Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Fratelli precipitati dall’ottavo piano, il dettaglio choc del testimone: “30 secondi fra una caduta e l’altra”

CONDIVIDI
Fratellini precipitati dall’ottavo piano, un un testimone rivela dettaglio scioccante 
La zona della caduta dei due fratelli

Dettagli scioccanti sulla morte dei fratellini 

Nuovi dettagli arricchiscono la ricostruzione della tragedia di Bologna, la città dove due giovani fratelli di origini keniote sono caduti dal balcone di casa morendo sull’asfalto. Le due vittime, 10 e 14 anni, si trovavano da sole col padre in casa al momento della tragedia. Secondo le prime ricostruzioni, i due erano in castigo.

Sono tanti i dubbi però sulla morte di Benjamin e David Nathan: cosa è successo nei secondi prima della caduta? 

I due corpi non erano in linea con una traiettoria diretta dal balcone, sembra piuttosto che siano stati lanciati o che si siano lanciati. Inoltre il dettaglio fornito da un vicino fa pensare. L’uomo ha sostenuto di aver sentito due tonfi a distanza di circa trenta secondi uno dall’altro. C’è stato un frammento di tempo in mezzo, qualche secondo prima che l’ultimo dei due fratelli precipitasse a circa 2 metri di distanza dall’altro. E neppure un grido. 

Il mistero della pausa fra le cadute 

Ora gli inquirenti stanno indagando a tutto campo per capire se la morte di Benjamin e David Nathan sia stata, come per ora si crede, una semplice disgrazia oppure no. Gli inquirenti prospettano che i due ragazzi siano precipitati mentre cercavano di raggiungere il balcone del vicino, magari per sfuggire dal castigo (il padre li aveva chiusi in casa).

Quello che non si capisce è perché siano caduti in momenti diversi. Uno scenario come quello del tentativo di fuga, o del gioco fatale, non permette di capire perché siano caduti entrambi e a 30 secondi di distanza. Nessuno dei due ha urlato e prima di quel volo di 28 metri erano vivi. Quando i soccorritori sono arrivati respiravano ancora, e nessun segno di violenza sul corpo tranne quello dell’impatto con l’asfalto. 

Intanto il procuratore capo Giuseppe Amato e il pm Tommaso Pierini hanno aperto un fascicolo conoscitivo, al momento, senza ipotesi di reato e senza indagati per la morte di Benjamin e David Nathan. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram