Mercantile dirottato dagli immigrati approda a Malta. La polizia maltese libera la nave

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:55

Mercantile dirottato dagli immigrati approda a Malta. La polizia maltese libera la nave Mercantile dirottato approda a Malta 

El Hiblu 1, la nave mercantile turca che è stata dirottata da oltre 100 immigrati dopo essere stati salvati dalla nave medesima, è arrivata a Malta.
La nave mercantile nella giornata di ieri era stata dirottata dagli stranieri che erano appena stati soccorsi col coordinamento della Guardia Costiera Libica. Gli immigrati salvati avrebbero dovuto fare regolarmente ritorno in Libia, ma a circa 6 miglia dal porto della capitale libica, il mercantile ha invertito la rotta.

Si trattava di un dirottamento: l’ultimo messaggio del capitano comunicava che la nave era in mano ai pirati. Gli immigrati hanno preso il sopravvento sul piccolo equipaggio grazie alla maggiore forza numerica, compiendo un atto di pirateria e obbligando il capitano a virare verso Malta. 

Malta riconsegna la nave al capitano 

Il fatto aveva subito destato preoccupazione. Salvini aveva commentato che si trattava di un atto di pirateria (come confermato dal capitano della nave che ha annunciato che la nave era in mano ai soggetti soccorsi) e che gli stranieri non avrebbero messo piede in Italia. 

La nave, ora, è approdata nelle acque maltesi Sar e le forze armate dell’isola l’hanno bloccata. Anche Malta considera l’imbarcazione una “nave pirata” a tutti gli effetti. La fonte governativa ha comunicato che a bordo ci sono 77 maschi e 31 donne. L’ONG Mediterranea Saving Humans ha chiesto che alla nave pirata sia “immediatamente assegnato un porto sicuro in un paese europeo dove alle persone salvate siano garantiti i diritti umani fondamentali”. La ONG non si ferma qui: ignorando l’atto criminale perpetrato dagli immigrati si spinge a ritenere che i governi che non accettino la nave “compiono un reato oltre che un atto disumano “. In realtà comportarsi con dei pirati normalmente potrebbe dare adito ad emulazioni pericolose. 

Malta invece ha preso il controllo della nave dirottata. Le Forze Armate maltesi hanno comunicato che è “stata inviata a bordo e messo in sicurezza l’imbarcazione in modo da restituire il controllo della nave al capitano”. 

“Il mercantile, il suo equipaggio e tutti i migranti sono ora scontati dalla Marina militare al Boiler Wharf per essere consegnati alla polizia per ulteriori indagini”. La Marina conferma che “il capitano più volte ha ripetuto di non essere in controllo dell’imbarcazione e che il suo equipaggio era stato costretto con le minacce da parte di diversi migranti a procedere verso Malta”. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!