Brescia, bruciato un fantoccio con sembianze di Salvini di fronte ai bambini durante il Rogo della Vecchia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:18
Brescia, bruciato fantoccio con sembianze di Salvini di fronte ai bambini
Il fantoccio in fiamme

Bruciano fantoccio di Salvini in piazza 

Hanno dato alle fiamme un fantoccio con le sembianze di Salvini, dicendo di voler “bruciare il razzismo”. 

Il fatto choc avviene al Carmine, Brescia: un quartiere che, fino a poco tempo fa, era uno dei più problematici di Brescia per problemi di droga e di degrado, oggi riqualificato. Non mancano però i gesti destinati a far discutere, come l’idea di bruciare – durante il tradizionale Rogo della Vecchia di metà quaresima – un fantoccio che rappresenta Salvini proprio di fronte alle scuole. 

Il fantoccio indossava una giacca verde e lo stemma ‘Casa Faugn’ ed è stato dato alle fiamme, alla presenza di molti bambini. 

“Non volevamo rappresentare Salvini” 

L’idea è combattere il clima di razzismo e l’avanzata della destra estrema” hanno comunicato gli organizzatori. Gli è stato fatto notare che il fantoccio che avevano bruciato aveva le sembianze di un ministro della Repubblica.
Al che gli organizzatori (Gruppo de Noalter) hanno fatto un passo indietro, sostenendo vagamente che quello bruciato in realtà non fosse Salvini. “Bruciamo il razzismo, non vogliamo bruciare nessuno ma solo sensibilizzare, sappiamo che è inaccettabile” sostengono gli organizzatori. 

“Ci rendiamo conto della delicatezza del caso, ma non vogliamo bruciare nessuno” concludono. Ma quel fantoccio, stranamente, aveva proprio dei tratti molto familiari e tinge questo gesto di una chiarissima valenza politica. E il dubbio che gli organizzatori della “iniziativa” abbiano tirato il sasso per nascondere poi la mano è alto. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!