Imprenditore italiano ucciso a colpi di pistola nella sua casa nelle Filippine: aveva 49 anni 

Imprenditore italiano ucciso a colpi di pistola nella sua casa nelle Filippine: aveva 49 anni 
Andrea Guarniero

Imprenditore italiano ucciso nelle Filippine

È morto ucciso dai colpi di pistola di due uomini che si sono introdotti nella sua casa nelle Filippine Andrea Guarniero, padovano di 49 anni ed imprenditore. L’uomo viveva con la moglie ed il figlio di 8 anni a Dauin dal 2014, nelle Filippine: lì aveva cominciato la sua carriera come imprenditore immobiliare. 

L’uomo sarebbe stato freddato con diversi colpi di pistola nella sua casa a Dauin verso le 17.30 di ieri, l’una di notte in Italia. Degli uomini avrebbero fatto irruzione nel suo appartamento ed avrebbero cominciato a sparare all’impazzata. Ignoto il movente di questo tragico omicidio. 

Andrea Guarniero è rimasto gravemente ferito alla testa e purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare: quando è arrivato in ospedale, i medici hanno potuto solamente constatare il suo decesso. I killer poi sono fuggiti a bordo di una motocicletta guidata da un complice, secondo la stampa locale. 

Si indaga sui motivi dell’omicidio 

Andrea Guarniero era nato e cresciuto a Padova, dove si era laureato in scienze politiche dopo aver frequentato il liceo Tito Livio. Andrea era un appassionato di rugby e aveva colto l’occasione del mercato delle Filippine per cominciare una carriera come imprenditore, stroncata da alcuni colpi di pistola. Non sono ancora noti i motivi di questo terrificante omicidio.

Purtroppo non è la prima volta che un imprenditore italiano viene ucciso in circostanze simili all’estero, in genere a causa di violente rapine.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram