Bullizzata per i suoi tumori alle gambe. Una donna racconta il suo calvario

neurofibromatosi tumori bullismoUna donna affetta da una grave forma di neurofibromatosi racconta la sua lotta contro il bullismo.

Karina Rodini riesce a mantenere una visione positiva della vita, nonostante i grossi problemi alle gambe derivanti dalla malattia.

Alla donna è stata diagnosticata la neurofibromatosi quando aveva solo due anni. Con il passare del tempo, la patologia ha favorito lo sviluppo di veri e propri tumori sulle gambe.

La 28enne non può lavorare a causa dei suoi problemi di salute. Nonostante questo, è determinata a mantenere un atteggiamento positivo nella vita.

“Ora so come gestire il pregiudizio”

Karina, che vive a Curitiba, ha avuto a che fare con la crescita di questi tumori fin da giovanissima. Pur essendosi sottoposta a diversi interventi chirurgici durante la sua adolescenza, le masse tumorali sono arrivate a pesare anche 4 kg.

“La mia paura – dice la donna al Daily Star Online – è che la malattia raggiunga un punto in cui non saprei cosa fare”.

Karina ha dovuto fronteggiare anche degli episodi di bullismo nel corso degli anni. “Ho imparato come affrontare il pregiudizio. Prima soffrivo di più, ora lo gestisco molto meglio. Per fortuna c’è la mia famiglia, che mi ha sempre accettato come sono. Mia madre mi ha sempre sostenuta, accompagnandomi in ogni luogo, tra medici, esami e consultazioni varie”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram