Gaza, soldati israeliani sparano con munizioni vere sui civili: 4 palestinesi uccisi, 3 erano minori. 244 feriti 

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:48

Gaza, soldati israeliani sparano sui civili: 4 palestinesi uccisi, tre erano minorenni. 244 feriti 4 Palestinesi uccisi dal fuoco israeliano 

Quattro morti, due dei quali minorenni, 244 feriti. Prosegue il conteggio di sangue fra i palestinesi uccisi durante La Marcia del Ritorno, una manifestazione dei civili palestinesi (hanno partecipato in 40mila) organizzata per reclamare il loro diritto alla terra ed alla dignità. Durante la manifestazione di Gaza, Israele ha aperto il fuoco sui manifestanti, usando anche munizioni vere, ed uccidendone 4. Centinaia i feriti. 

Come sempre, anche in questo caso l’esito della Marcia è stato una carneficina, ma solamente per i palestinesi. 4 i morti, uno dei quali deceduto nella tarda serata a causa della gravità delle ferite. L’ultima vittima è Bilal Mahmoud Najjar, 17 anni, colpito all’addome dai proiettili israeliani a Bilal Mahmoud Najjar. 

Le altre vittime minorenni sono Adham Nidal Saqr Amara, 17 anni, colpito al volto dai proiettili israeliani, e Tamer Abu Khair, 17 anni, anche lui colpito da proiettili al petto. 

La strage silenziosa dei palestinesi 

244 i feriti durante la manifestazione: 46 di loro sono stati colpiti da munizioni vere e non da munizioni dissuasive. Un altro crimine orrendo, considerato che i civili palestinesi non sono armati: eppure i soldati israeliani sparano loro addosso con vere munizioni. 

I civili palestinesi protestano contro il blocco israeliano sulla striscia, imposto nel 2007. I manifestanti si sono riuniti lungo la recinzione del confine, “armati” di sassi. I soldati israeliani hanno risposto che sempre col fuoco. 

Dall’inizio delle proteste nel marzo 2018, sono 271 i palestinesi rimasti uccisi dal fuoco israeliano, 195 dei quali in occasione delle marce. Il numero dei soldati israeliani rimasti uccisi invece è di due. Una strage, quella dei palestinesi, che non sembra veramente importare al mondo. Di recente l’UNCHR ha adottato una mozione dove sostiene che Israele eccede con l’uso della forza e dove paventa addirittura nei suoi confronti i crimini contro l’umanità per l’uso della violenza ampiamente adoperato verso i palestinesi. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram