Omicidio Stefano Leo, sgozzato in strada a Torino: confessa 27enne marocchino con cittadinanza italiana

Omicidio Stefano Leo, sgozzato in strada a Torino: confessa 27enne marocchino con cittadinanza italiana
La vittima

Marocchino confessa l’omicidio di Stefano Leo

Un uomo di origini marocchine di 27 anni ha confessato il barbaro omicidio di Stefano Leo, avvenuto il 23 febbraio a Torino, zona Murazzi. Stefano Leo, commesso di 34 anni da poco tornato in città, stava camminando ai murazzi con gli auricolari nelle orecchie quando è stato aggredito da uno sconosciuto che l’ha colpito alle spalle trafiggendogli la gola con un violentissimo colpo che ha ucciso il 34enne in qualche istante.

Le scene dell’omicidio e della fuga del killer avevano scatenato il panico: l’assassino si era dileguato velocemente fra le stradine e non era stato trovato. 

Chi è il reo confesso 

Ora però un 27enne di origini marocchine e con cittadinanza italiana, con piccoli precedenti penali alle spalle, si è costituito per l’omicidio del 34enne. Il suo nome è Said Machaouat ed ha confessato di aver ucciso il commesso biellese il 23 febbraio. I carabinieri ed i magistrati che hanno raccolto la testimonianza del 27enne hanno trovato già i primi riscontri con la sua narrazione, in primis la presunta arma dell’omicidio. L’arma si trovava in una cassetta di derivazione dell’Enel a Piazza d’Armi, a diversi km dal luogo del delitto. 

Said Machaouat avrebbe sostenuto di aver ucciso Leo per un raptus, senza alcuna motivazione di fondo. L’incontro fra i due sarebbe stato casuale, Stefano è stata una vittima per essersi trovato sulla strada del folle al momento sbagliato. La versione che Said Machaouat è coerente e combacia con la ricostruzione del delitto e secondo gli inquirenti è credibile. 

Proprio ieri era stata organizzata l’ennesima marcia da amici e familiari di Leo per chiedere verità e giustizia sulla morte, ancora incomprensibile, di un ragazzo che non aveva ombre e macchie nella vita. Qualche ora più tardi è arrivata la confessione. Il marocchino ha dei figli con una donna italiana che però gli impedirebbe di vederli: è senza fissa dimora da qualche mese e seguito da tempo dai servizi sociali. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram