Picchiavano immigrati sui bus, arrestati. Sono tutti minorenni, c’è anche un rumeno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:16

bus aggressioni razziste romaErano diventati il terrore degli immigrati che salivano sugli autobus della Capitale. 

Le forze dell’ordine sono riuscite ad individuare e arrestare una banda di minorenni responsabile di una serie di episodi di violenza a Roma.

Stando a quanto emerso in seguito alle indagini portate avanti dai carabinieri, il gruppo si presentava su alcuni autobus urbani che percorrevano quotidianamente le strade di Tor Bella Monaca, noto quartiere alla periferia di Roma.

La banda sceglieva la vittima da minacciare e malmenare, sempre straniera. Il gruppetto di minorenni si avvicinava al soggetto e cominciava ad insultarlo con frasi apertamente razziste.

Almeno 4 gli episodi di violenza accertati

Non contenti, i minorenni passavano anche all’aggressione fisica, sferrando calci, pugni e ginocchiate all’immigrato, come si vede anche nei video diffusi online.

I carabinieri di Tor Bella Monaca hanno provveduto ad arrestare due giovani, mentre un altro è stato denunciato. I tre hanno tutti meno di 18 anni: due sono di Roma mentre un altro è di nazionalità rumena.

Dall’inizio del mese di marzo sono almeno 4 gli episodi di violenza accertati dalle forze dell’ordine, che vedono come responsabili proprio i tre fermati. I carabinieri stanno ora indagando per capire se la banda di teppisti ha messo a segno anche altre aggressioni razziste sugli autobus romani.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!