Pratica autoerotismo sulla metro di Londra, donna di 37 anni arrestata dalla Polizia

Una di donna 37 anni è stata arrestata a Londra per aver praticato atti di autoerotismo in pubblico, sulla metro, approfittando della presenza di un uomo ipovedente

Una donna di 37 anni, convinta che nessuno se ne sarebbe accorto, ha iniziato a praticare atti di autoerotismo sulla metro di Londra. Sarah Hinkson, questo è il suo nome, era in viaggio sulla linea che da Hammersmith porta alla City di Londra ed era seduta accanto a un uomo ipovedente accompagnato da un cane guida. Proprio per questa disabilità del suo momentaneo compagno di viaggio ha forse creduto di farla franca ma così non è stato: i fatti risalgono allo scorso Febbraio ma ora è stata arrestata dalla Polizia inglese.

Pratica autoerotismo sulla metro di Londra e viene arrestata, i viaggiatori hanno chiamato la Polizia

Sarah Hinkson è la donna di 37 anni che è stata fermata dalla Polizia lo scorso Febbraio per aver praticato atti di autoerotismo sulla metro di Londra. La donna si è stesa sul sedile che occupava e ha iniziato a massaggiarsi i genitali, complice il fatto che di fronte a lei stesse seduto un uomo ipovedente con il suo cane guida al seguito. La donna credeva, quindi, di non essere vista, ma i suoi gemiti hanno attirato l’attenzione della (quasi) ignara vittima e anche degli altri occupanti del vagone che si sono occupati di allertare le Forze dell’Ordine. Quando i poliziotti sono saliti sul vagone hanno trovato la Hinkson con la mano ancora all’interno dei suoi pantaloni.

Pratica autoerotismo sulla metro di Londra e viene arrestata, la donna è stata inchiodata dai testimoni

Sarah Hinkson ha tentato di giustificarsi così di fronte agli agenti: “Mi stavo semplicemente grattando”. Chiaramente, nessuno le ha creduto, anche perché- oltre ad aver sentito i suoi gemiti- l’uomo ipovedente aveva in realtà visto tutta la scena. L’uomo ha fichiarato, infatti, di avere problemi di vista solo da un occhio e di vederci bene con l’altro. “Ho visto come muoveva la sua la mano in modo circolare dentro i suoi pantaloni. E i gemiti che emettevano non erano fraintendibili”, ha raccontato il testimone. Ad inchiodare alle sue responsabilità la 37enne ci hanno pensato anche le dichiarazioni degli altri passeggeri. Adesso la Hinkson dovrà rispondere del reato di oltraggio alla pubblica decenza.

(Fonte: Dagospia)

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram