Circumvesuviana, telecamere confermano: nessuno stupro. “La ragazza è malata e mitomane” 

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:45

La 24enne stuprata sulla Circumvesuviana: “Ora temo la loro vendetta perché ho denunciato” Nessuno stupro alla Circumvesuviana 

Nessuno stupro. Dopo tantissima indignazione a causa della scarcerazione dei tre giovani accusati di aver violentato una 24enne napoletana sulla Circumvesuviana, le telecamere mettono la parola fine alla questione.

I giudici non hanno liberato i tre giovani perché non rispettavano la ragazza, ma semplicemente perché non c’è stata nessuna violenza. I nomi, i volti, le storie di tre ragazzi sono stati dati in pasto ai media per nessun motivo. Infatti le telecamere hanno confermato quello che i giudici già credevano: la 24enne non ha subito nessuna violenza. I quattro fumano assieme, poi chiacchierano, si appartano. Nessuna costrizione, anzi, dopo il rapporto il gruppo resta assieme senza alcuna tensione. 

La ragazza è una “bugiarda patologica”

Non c’è stato nessuno stupro, e la giovane che ha denunciato tutto sarebbe una ragazza con dei problemi di mitomania, che però sono emersi solo ora. La 24enne dopo il rapporto fuma una sigaretta e chiama la madre con tutta tranquillità, senza alcun riferimento alla presunta violenza.

La ragazza si è inventata tutto, il suo racconto non è credibile: è vero, il rapporto c’è stato, ma non è stata violenza. Secondo quello che gli investigatori hanno avuto modo di appurare, “stando al quadro clinico dell’ospedale di Torre del Greco a partire dal 2016 emerge una ragazza disturbata, che vive in modo complesso e patologico la sfera sessuale, in un contesto familiare problematico”.

Nessuna “violenza brutale e animalesca”, nessuna costrizione. La 24enne si è definita da sola come unabugiarda patologica” che ha bisogno di aiuto. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram