Medjugorje, l’inviato di papa Francesco: “Non è un luogo sospetto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:40

"Non è più vista con sospetto"Il Visitatore Apostolico, monsignor Hoser, ha dichiarato che Medjugorje non è un luogo sospetto e che il suo compito è solo quello di curare la pastorale.

Se i Medjugorjani hanno interpretato la visita permanente di monsignor Henryk Hoser come una passo propedeutico alla conferma da parte della Chiesa delle apparizioni della Madonna, gli scettici hanno visto in questo incarico un tentativo da parte di papa Francesco di scovare del marcio nel luogo di culto mariano. Intervistato recentemente da ‘Avvenire‘, il Visitatore Apostolico ha di fatto negato entrambe le ipotesi, prima spiegando che: “Medjugorje non è più un luogo ‘sospetto'”, quindi aggiungendo che il suo unico compito è “Valorizzare l’attività pastorale in questa parrocchia, che è molto ricca di fermenti, vive di un’intensa religiosità popolare”.

Medjugorje, monsignor Hoser: “Non escluso che Medjugorje diventi delegazione pontificia”

L’arcivescovo di Cracovia non può esprimersi in merito alle apparizioni, sulle quali si è espressa un’apposita commissione che ha giudicato veritiere le prime sette e dubbie quelle che si sono succedute nei restanti 40 anni. Ciò nonostante invita a non guardare con sospetto quanto accade nel paesino bosniaco, bensì ha cogliere i frutti che ne sono emersi: “Posso dire cosa già é e come può rafforzarsi. Un’esperienza da cui escono 700 vocazioni religiose e sacerdotali indubbiamente rafforza l’identità cristiana, un’identità verticale, in cui l’uomo, attraverso Maria, si rivolge al Cristo risorto. A chiunque ci si confronti, offre l’immagine di una Chiesa ancora pienamente viva e in particolare giovane”.

Insomma il Visitatore Apostolico sta lavorando per rafforzare i punti di forza del luogo di culto mariano e sul futuro rimane possibilista quando gli viene chiesto se potrebbe avvenire un riconoscimento di Medjugorje come delegazione pontificia: “Non lo escludo. L’esperienza dell’inviato della Santa Sede è stata accolta positivamente, come un segnale di apertura nei confronti di un’esperienza religiosa importante, diventata riferimento a livello internazionale”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!