Messico, 35enne italiano ucciso in un ristorante. E’ caccia al killer

salvatore de stefano messico Un uomo italiano è stato ucciso in Messico. 

Salvatore De Stefano, 35 anni, si trovava in un ristorante di Città del Messico quando è stato raggiunto da alcuni proiettili. Per l’italiano non c’è stato nulla da fare.

Stando a quanto riportato dai media locali, nella notte tra mercoledì e giovedì il 35enne si trovava all’interno del locale “La Bella Donna”, situato nel quartiere di Cuauhtemoc nel centro della capitale messicana. De Stefano, che si trovava insieme ad altri suoi amici italiani, si era appena recato al bancone per pagare il conto, quando un uomo armato gli ha sparato diversi proiettili.

Un omicidio che può essere collegato ad un altro caso

Il killer è poi fuggito a bordo di una motocicletta insieme ad un altro complice. Come riportato da “Today”, De Stefano è stato subito trasportato in ospedale, ma ogni tentativo di salvargli la vita si è rivelato vano: troppo gravi le ferite causate dai colpi d’arma da fuoco.

Per il giornale messicano “El Universal”, il movente del delitto sarebbe da ricercare nell’attività che svolgeva De Stefano. Stando a quanto riferito dalla polizia locale, il 35enne italiano avrebbe venduto macchinari cinesi spacciandoli per tedeschi.

Non è escluso che l’omicidio di Salvatore De Stefano possa essere collegato al caso riguardante Vincenzo Cimmino, Raffaele Russo e Antonio Russo, i tre cittadini italiani scomparsi dal gennaio 2018.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram