Crocifissi oscurati per non urtare i diversi credi religiosi, accade a Bologna. La denuncia di Forza Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:37

I crocifissi di alcune tombe del cimitero di Pieve di Cento sarebbero stati coperti per non offendere persone con credo religioso diverso. Il fatto è stato denunciato da Forza Italia

In queste ore sta venendo a galla quanto di strano starebbe accadendo all’interno del cimitero di Pieve di Cento, piccolo Comune che si trova in provincia di Bologna. Dei teloni oscuranti sarebbero stati apposti al fine di nascondere le croci che campeggiano sulle tombe: questo al fine di non urtare la sensibilità di chi frequenta il cimitero e professa una religione diversa da quella Cristiana. Sono stati alcuni esponenti di Forza Italia a parlarne e a fare scoppiare il caso.

Crocifissi oscurati per non urtare i diversi credi religiosi, succede in una Cappella del cimitero

A Pieve di Cento la ristrutturazione di una Cappella del locale cimitero si sta trasformando in un caso mediatico. Questo perché alcuni teli oscuranti sono stati sistemati in modo tale da coprire alla vista le croci e i simboli della religione cristiana presenti all’interno della piccola costruzione. Si tratta di un sistema di oscuramento motorizzato attraverso il quale i teli verranno fatti comparire alla bisogna. A quale scopo? Pare che l’idea sia quella di non urtare la sensibilità di persone che professano un credo religioso diverso nel caso in cui all’interno della Cappella si dovessero svolgere cerimonie con riti differenti da quello cristiano. Quindi, in quel caso, i teli verrebbero azionati per poi essere nuovamente nascosti al termine delle operazioni.

Crocifissi oscurati per non urtare i diversi credi religiosi, Galeazzo Bignami di Forza Italia ha denunciato il fatto

Galeazzo Bignami, esponente di Forza Italia, ha denunciato i fatti con un post su Facebook. “Ecco l’ultima trovata del sinistrati che in un comune della provincia bolognese annunciano fieramente, in un giornaletto preelettorale, il restauro del Cimitero e ‘‘…per riti o cerimonie laiche anche di altre religioni, il progetto prevede l’installazione di un sistema di oscuramento motorizzato con teli di tessuto che appunto consentiranno all’occorrenza di coprire temporaneamente le immagini sacre e le tombe di famiglia situate all’interno della Cappella”, ha scritto il deputato che ha inoltre definito il tutto come una scempiaggine pre elettorale messa in piedi dalla sinistra. Bignami ha parlato di un’offesa ai valori cristiani e alla memoria dei nostri defunti compiuta pur di non offendere le altre religioni.

(Fonti: Il Giornale.it e La Verità.it)

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!