Travolta da un’auto guidata da una coetanea ubriaca. Commessa 26enne muore sul colpo

Auto fuori controllo travolge un’intera famiglia: morto nonno, ferite gravemente nonna, mamma e bimbo di 20 mesi 
Immagine di repertorio

Travolta e uccisa da un’auto guidata da una coetanea ubriaca. 

Aveva solo 26 anni, Alina Marchetta, e tutta una vita davanti. Ma la sua esistenza si è interrotta per sempre nella prima mattinata di domenica 7 aprile, a Forlì, e precisamente in Viale Salinatore.

La giovane si trovava nell’area riservata ai pedoni. Erano all’incirca le 10 del mattino, quando sul posto è sopraggiunta un’automobile che è piombata sulla pista ciclo-pedonale e ha preso in pieno la 26enne.

Alla guida della vettura, una Nissan Micra, si trovava una ragazza, anch’essa di 26 anni e originaria di Castrocaro, in provincia di Forlì. La vittima, invece, proveniva da Roma.

La conducente aveva un tasso alcolemico elevato

Sul luogo del tragico incidente sono subito giunti gli agenti della Polizia Stradale e i Carabinieri.

Dopo aver effettuato i rilievi, le forze dell’ordine hanno arrestato la conducente della vettura con l’accusa di omicidio stradale. I successivi controlli hanno accertato che la ragazza alla guida dell’auto aveva un tasso alcolemico superiore ai livelli consentiti. L’udienza si terrà lunedì mattina.

Come riferisce il quotidiano “Today”, Alina Marchetta lavorava come commessa in un negozio di accessori e moda. La Nissan Micra guidata dalla 26enne ha sbandato in prossimità di una curva a sinistra e ha divelto un palo della segnaletica che ha preso in pieno la giovane, non lasciandole alcuno scampo.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram