Inter, ESCLUSIVO Simoni: “Icardi il più forte della rosa, ma ha terminato il suo ciclo. Conte il dopo Spalletti? Meglio Mourinho”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:48

Inter

Analisi dell’ex allenatore Gigi Simoni sul mondo nerazzurro

La scorsa domenica l’Inter ha pareggiato 0-0 con l’Atalanta, restando in terza posizione mentre i bergamaschi hanno agganciato il Milan al quarto posto.

Per analizzare la situazione in casa Inter abbiamo avuto ospite qui con noi in redazione Gigi Simoni, ex allenatore della ‘Beneamata’ (con cui ha vinto la Coppa Uefa nel 1998) che in ESCLUSIVA ha parlato dell’operato di Spalletti e sulla vicenda Mauro Icardi:

Gigi Simoni sulla situazione dell’Inter

“La partita di domenica ha deluso il pubblico che si aspettava una partita ricca di occasioni da gol, ma ci può stare vista la voglia di entrambe di fare pieno risultato. L’importante ormai è solo raggiungere la qualificazione in Champions League, tutto il resto non conta. Per quanto riguarda Spalletti a mio parere non è da condannare per la stagione altalenante che ha vissuto la squadra, viste tutte le faccende extra campo che sono successe. A mio parere Mauro Icardi in estate deve terminare il suo ciclo in nerazzurro, dispiace perché in un’altra situazione lui sarebbe potuto essere il capitano dell’Inter per i prossimi dieci anni. E’ il più forte della rosa ed è innegabile, ma ormai ha rotto completamente coi tifosi e pare sia una frattura insanabile. Le voci su Antonio Conte? Grandissimo allenatore, ma visto il suo passato juventino (anche se al giorno d’oggi) penso proprio che Mourinho sia proprio il più indicato in caso di addio di Spalletti. Ha vinto tutto, potrebbe iniziare un nuovo ciclo e avere pazienza, visto anche il grande amore dei supporter per il portoghese”.

Simone Ciloni

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!