Intenzioni di voto, la Lega è il primo partito in Italia ma perde punti: problemi alle Europee?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:05

I sondaggi sulle intenzioni di voto registrate dall’8 al 13 Aprile mostrano come la Lega sia il primo partito in Italia. Nonostante ciò, il partito di Salvini rischia alle europee

Da Youtrend

Le tendenze politiche fatte registrare per la settimana appena trascorsa mostrano un trend negativo per la Lega rispetto alle percentuali fatte registrare due settimane fa. In testa troviamo sempre il partito di Salvini, che secondo la Supermedia YoTrend/Agi è arrivato al 32,1% perdendo lo 0,5% rispetto a due settimana fa (32,6%). Perdita di un solo decimo di punto percentuale per il M5S (21,5 contro il 21,6% precedente). Stabile il PD, fermo a quota 20,9%, mentre è in crescita (seppur di poco) la percentuale di Forza Italia: 10% contro il 9,9% di quindici giorni fa. Sotto il 5% gli altri partiti, tra cui Fratelli d’Italia e LeU.

Sondaggi sulle intenzioni di voto, la Lega perde punti. La rimonta del PD sul M5S

I sondaggi sulle intenzioni di voto ci mostrano una Lega sempre prima a livello nazionale, con più di 30 punti percentuale, ma anche un partito che– tra tutti- è quello che su base bisettimanale perde più punti percentuali rispetto agli altri: parliamo di un calo di mezzo punto nel giro di 15 giorni.  Questo potrebbe annunciare delle difficoltà per il Carroccio in chiave elezioni europee, specialmente perché lo scenario potrebbe essere meno dalla parte di Salvini rispetto a quello italiano. L’ago della bilancia di tutta la questione potrebbe rivelarsi essere il Regno Unito, favorendo con il suo voto (qualora votassero anche i Paesi in aria di Brexit) l’ascesa dei sovranisti. Le percentuali raggiunte dal PD, sicuramente rinvigorito dall’elezione di Nicola Zingaretti a nuovo Segretario, sono assolutamente rincuoranti: si parla di un quasi pareggio con il M5S. Il movimento dei grillini solo l’anno scorso era avanti rispetto al partito di Mattero Renzi di ben 14 punti percentuali. In generale, esaminando i dati relativi alle coalizioni che sono andate alle elezioni nazionali il 4 Marzo del 2018, si assiste a un netto calo della coalizione che sta governando il paese, mentre (forse a sorpresa) si mantengono stabili le percentuali del centro-sinistra.

(Fonti: Youtrend.it e Nextquotidiano.it)

Maria Mento