Home Notizie di Calcio e Calciatori

Debacle Juventus: Ronaldo sfugge alle interviste, il futuro è lontano da Torino?

CONDIVIDI
il futuro è lontano da Torino?
(Getty Images)

Cristiano Ronaldo ha preferito non commentare la brutta sconfitta con l’Ajax e sta mantenendo il silenzio social. In giro si vocifera che pensi a cambiare squadra al termine della prossima stagione.

L’edizione 2018/2019 della Champions League sta riservando molte sorprese. Ieri una delle favoritissime alla vittoria finale, il Manchester City di Pep Guardiola, è uscita di scena contro il meno quotato Tottenham, ma l’eliminazione che continua a far discutere è quella della Juventus (candidata principale alla vittoria della competizione) contro l’Ajax.

Sebbene la squadra olandese sia la piacevole rivelazione del torneo, possa contare su giovani talento e su un impianto di gioco che ricorda i tempi migliori, la caratura della squadra di Allegri è di certo superiore e può contare su uno dei due migliori giocatori al mondo. Inevitabile, dunque, che proprio Cristiano Ronaldo finisse sotto la lente d’ingrandimento e che una sua opinione fosse quella più ricercata da giornalisti e tifosi.

Ronaldo sfugge alle interviste, qual è il motivo della sua rabbia?

Il portoghese, visibilmente scosso, a fine partita a dribblato i microfoni come se fosse in campo e si è chiuso in un enigmatico silenzio. A fargli da portavoce ci ha pensato la madre, che intercettata in Portogallo ha spiegato: “Mi ha detto che non può fare i miracoli e che è molto triste”. Nessuno credo si fosse sognato di incolpare CR7 della sconfitta (è stato lui l’unico a tenere in gioco la Juve con i suoi gol) e allora per quale motivo Ronaldo è talmente contrariato dalla sconfitta?

Il tifoso bianconero sarà contento di pensare che gli dispiaccia per la squadra e che ha talmente a cuore la maglia del nuovo club da essere entrato in depressione, ma la realtà è leggermente diversa. Per il cinque volte pallone d’oro quest’anno era una sfida: era l’occasione per dimostrare a tutti di essere in grado di spostare gli equilibri da solo – basta ricordare le parole dopo la vittoriosa sfida di ritorno contro l’Atletico: “Sono stato acquistato per questo” – per dimostrare che il pallone d’oro dello scorso anno lo meritava lui e che la vittoria di Modric era stata una mossa politica.

Ronaldo ha un futuro lontano da Torino?

Cristiano Ronaldo non è nuovo a considerarsi l’unico uomo determinante di una squadra oppure l’unico esente da colpe e non manca occasione per farlo notare. La sua esultata iconica ne è una dimostrazione, dato che pronuncia testuali parole “Io sono qui”. Ma lo dimostra anche un precedente con il Real Madrid, quando dopo un periodo difficile ha detto che si perdeva perché gli altri non erano “Alla sua altezza”.

Possibile, quindi, che il lusitano pensi che gli attuali compagni non siano all’altezza e che l’atteggiamento di martedì sera in campo non sia adeguato alle sue ambizioni. Per tale motivo si delineano degli scenari differenti per la Juventus: uno in cui tengono Ronaldo e costruiscono una squadra simil Real Madrid e l’altro in cui l’acquisto del secolo abbandona Torino dopo un solo anno.

Il primo caso è quello più probabile, quest’estate la Juventus farà  una campagna acquisti importante per rinnovare e rafforzare l’organico. Ciò nonostante si vocifera che Ronaldo, qualunque sia l’esito della prossima stagione, possa partire a giugno 2020. Anche queste voci sembrano però poco affidabili, non tanto per il desiderio del portoghese di rimanere a Torino, quanto per la difficoltà di trovare un acquirente disposto a sborsare per l’acquisto di un calciatore di 35 anni (e mezzo) che percepisce uno stipendio faraonico. Se le voci fossero vere, dunque, probabile che CR7 possa emigrare in un altro continente.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram