Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

GAD Ferrara, violentissimo pestaggio fra pusher. Un carabiniere: “Questa non è più zona italiana”

CONDIVIDI
 GAD Ferrara, ennesimo pestaggio fra pusher. Un carabiniere: “Questa non è più zona italiana”
La scena del violento pestaggio

GAD, ennesimo pestaggio fra pusher

Il GAD di Ferrara resta un quartiere rischioso e violento. L’ennesimo episodio di violenza avvenuto il 17 aprile in zona Gad ha riguardato una violenta rissa fra due stranieri, un cittadino africano ed uno dell’est Europa. I motivi della rissa sarebbero legati al mondo dello spaccio. Due uomini sono rimasti feriti sull’asfalto ed i residenti hanno chiamato il 118 ed i carabinieri. I militari hanno cominciato ad indagare sul motivo della rissa. 

La lite aveva come movente lo spaccio di droga. Secondo una prima ricostruzione, l’albanese ha affrontato un nigeriano che stava spacciando in via Nazario Sauro. 

Si è scatenata una rissa che ha comportato l’inseguimento del nigeriano, un’aggressione fisica. Il nigeriano ha colpito l’albanese con una testata e con pugni dietro la nuca. Quando è caduto a terra è stato colpito a calci in testa. 

L’aggressore era stato vittima di agguato 

L’albanese è in ospedale e ne avrà per 45 giorni, secondo i medici. Il nigeriano Stephen Oboh è stato denunciato per lesioni gravi. Stephen Oboh, 27 anni, era già noto alle cronache. Era stato vittima di un violento agguato l’estate scorsa, per motivi legati allo spaccio di droga. In quell’occasione era stato colpito alla testa da diversi colpi di machete ed è rimasto in fin di vita all’ospedale per settimane. Per il suo tentato omicidio sono stati arrestati cinque nigeriani. Recuperata la salute è tornato a spacciare. Stephen Oboh era stato fermato anche per minaccia e resistenza a dicembre scorso durante alcuni controlli nella zona GAD.

Ennesima rissa tra immigrati nel quartiere Gad di Ferrara, con coltellate tra un albanese e due nigeriani. Il 3 maggio sarò in città e nelle prossime ore inviterò tutti i prefetti una direttiva per cacciare i balordi dalle città. Dove non arrivano i sindaci, arriviamo noi” ha commentato Matteo Salvini. 

“Questa non è più zona italiana”

Il giornale locale Estense riporta l’esperienza di un cittadino di Ferrara che ha sostenuto di essere rimasto colpito negativamente dalle parole di un carabiniere che pattugliava la zona GAD. Il carabiniere avrebbe fermato l’uomo in macchina con una frase in inglese: “One moment, police check”. Quando il ferrarese ha chiesto spiegazioni per l’uso dell’inglese, il carabiniere ha risposto “Qui non è più zona italiana”.

Il cittadino l’ha presa male, facendone un discorso di accoglienza e sostenendo che “Tutto questo trambusto era solo per un semplice controllo al solito negozio di africani”. Un “semplice controllo” in una realtà difficile, che forse il cittadino non conosce bene. Perché al GAD accoltellamenti, risse, agguati, violenza, spaccio e intimidazioni da parte di pusher stranieri sono all’ordine del giorno. Sempre che dirlo sia ancora politicamente corretto. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram