Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Scontri in Irlanda del Nord, giornalista di 29 anni uccisa a colpi di arma da fuoco

CONDIVIDI

Scontri in Irlanda del Nord, giornalista di 29 anni uccisa a colpi di arma da fuoco-minGiornalista uccisa in Irlanda del Nord

Una donna di 29 anni ha perso la vita durante gli scontri con la polizia in Irlanda del Nord. Si tratta di una giornalista di 29 anni, Lyra McKee, che si trovava in zona per riportare gli scontri fra i manifestanti e la polizia.

La donna si trovava dietro le auto della polizia ed è stata raggiunta da colpi d’arma da fuoco. Intanto sulle Land Rover della polizia venivano scagliate bottiglie Molotov. Portata in ospedale, la giovane giornalista è deceduta dopo poco a causa della gravità delle ferite.

La testimone dell’omicidio 

La tragedia è avvenuta a Derry durante una rivolta contro la polizia. La polizia parla di atto terroristico. “Con tristezza confermo che c’è stata una sparatoria in serata a Creggan e che una donna di 29 anni è stata uccisa” ha confermato il vicecapo della polizia Mark Hamilton su Twitter. “Stiamo trattando questa morte come un attentato terroristico e abbiamo aperto un’inchiesta sull’omicidio” ha aggiunto. 

“Ero in piedi accanto a questa giovane donna quando è caduta accanto a una Land Rover della polizia stasera. Ho chiamato un’ambulanza per lei, ma la polizia l’ha messa nella parte posteriore della propria Land Rover e l’ha portata all’ospedale dove è morta, a soli 29 anni. Ho il voltastomaco stanotte” racconta la giornalista Leona O’Neil che è stata testimone dell’omicidio. 

Gli scontri a Derry sono iniziati dopo che la polizia ha svolto delle perquisizioni nelle zone di Mulroy Park e Galliagh indagando sulla vicenda dell’autobomba di gennaio. La polizia sospetta che a mettere l’autobomba sia stato il gruppo New Ira. 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram