Scavalca la recinzione per prendere la palla, bimbo di 6 anni attaccato da un cane

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:51

bimbo attaccato da un caneUna brutale aggressione ai danni di un bambino di 6 anni: è stato attaccato da un cane mentre cercava di recuperare la sua palla caduta nel giardino di un vicino di casa.

Ha riportato ferite su diverse parti del corpo, tanto da rendere necessario il ricovero in ospedale, un bimbo di soli 6 anni aggredito da un cane dopo aver scavalcato il recinto del vicino di casa per recuperare una palla. Il piccolo, che ha seriamente rischiato la vita, si chiama Rhys Jones e come raccontato dai genitori stava giocando con un amico nel giardino della sua abitazione di Carmarthen quando la sua palla è finita nel prato della vicina abitazione; il bambino ha deciso di riprendere la palla ma un cane, uno Staffordshire Bull Terrier, lo ha attaccato mordendolo su braccia e gambe. Rhys ha iniziato a urlare ma l’aggressione è proseguita a lungo e il cane si è fermato solo quando un altro animale lo ha attaccato: il bambino è stato immediatamente soccorso e portato in ospedale dove i medici hanno riscontrato la rottura di alcune rossa e un’infezione in atto provocata da un morso al piede che hanno trattato con antibiotici per poi applicare dei punti. Il bimbo è rimasto per cinque giorni in ospedale ed è ancora troppo spaventato per guardare le ferite provocate dall’aggressione. Il nonno Anthony Rowlands, come riporta metro.co.uk, ha detto di sentirsi molto fortunato del fatto che il nipote sia ancora vivo.

La testimonianza del nonno del bimbo

“All’improvviso mia figlia mi ha telefonato in preda al panico dicendo che stavano portando Rhys all’ospedale. Ero sotto shock e l’ho raggiunta di corsa e ho visto mio nipote, che come confermato dal dottore era estremamente spaventato“. Il bambino ha subito un’operazione al piede e ha dovuto indossare uno stivale protettivo per sei settimane dopo l’incidente, avvenuto nel pomeriggio del 1 aprile. “L’altro cane lo ha salvato, senza dubbio”, ha confermato il nonno il quale ha aggiunto che l’animale che lo ha aggredito conosceva il bimbo poichè lo aveva visto molte volte.

Il bambino è sotto shock, “amava i cani”

Oltre alle cicatrici fisiche, si teme ora per quelle ‘mentali’. Lo shock subito potrebbe essere molto difficile da cancellare: “Rhys è cresciuto con un cane, è abituato a stare intorno a loro tutto il tempo. Non ha mai avuto paura di loro, ma ora è spaventato e in ospedale continuava a chiedere per quale ragione un cane lo avesse morso. Possiamo solo sperare che gli effetti a lungo termine non siano troppo dannosi”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram