Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

“Traditore della Sicilia”: il manifesto del leghista Igor Gelarda vandalizzato a Palermo

CONDIVIDI

Igor Gelarda è uno dei candidati della Lega alle prossime elezioni europee. Sul suo manifesto elettorale, a Palermo, è spuntata una scritta vandalica

Uno dei manifesti elettorali palermitani di Igor Gelarda, consigliere comunale lanciato verso le prossime elezioni europee al fianco della Lega, è stato vandalizzato. Nella notte tra il 19 e il 20 Aprile qualcuno ha scritto, proprio sotto la fotografia del candidato, un messaggio eloquente: “Traditore della Sicilia”. Tale atto è stato interpretato a tutti gli effetti come un’intimidazione dalla Lega.

Il manifesto di Igor Gelarda vandalizzato a Palermo: “Non farò un passo indietro”

Il maxi manifesto elettorale che pubblicizza la candidatura alle prossime europee di Igor Gelarda, per il collegio Sicilia e Sardegna, è stato vandalizzato con la scritta “Traditore della Sicilia”. Siamo a Palermo, in Piazzetta della Pace e qui, a breve, verrà creata un’isola ecologica. Igor Gelarda, ex del Movimento 5 Stelle che ha deciso di stare dalla parte di Matteo Salvini, è il Responsabile Regionale Enti Locali e capogruppo della Lega nel Consiglio Comunale palermitano. “Non farò un passo indietro di fronte a questo rancore  perché so che la gente perbene sta dalla nostra parte”, ha detto Gelarda dopo aver avuto notizia di quanto avvenuto. Dalla sua stessa parte anche altri candidati a sindaco della Lega in altre città siciliane, come Giuseppe Spata (Gela), Oscar Aiello (Caltanissetta), Giorgio Randazzo (Mazara) e Giuseppe Romanotto (Monreale).  Sui social, intanto, c’è chi esprime la sua solidarietà verso il politico e chi invece lo critica per aver lasciato il M5S.

Il manifesto di Igor Gelarda vandalizzato a Palermo, per Stefano Candiani è un  “atto intimidatorio”

L’atto vandalico di cui è stato oggetto il manifesto elettorale di Igor Gelarda, a Palermo, è stato commentato con una nota da Stefano Candiani, il Sottosegretario del Ministero dell’Interno e Commissario della Lega in Sicilia: “La Lega opera e agisce sui territori con i suoi uomini e le sue donne migliori. Intimidazioni di questo tipo non ci spaventano. Casomai ha tradito la Sicilia chi non si è preso cura delle strade, degli ospedali e del territorio, non certo chi con caparbietà, come i candidati della Lega, si spende giornalmente per la propria terra. Il fatto che tramite la Lega possano essere eletti siciliani veri, determinati a cambiare la politica malandata che malgoverna la Sicilia, intimorisce perché farà vedere a chiare lettere la differenza tra chi ama veramente la propria terra e chi una volta eletto invece la tradisce per opportunismo”.

(Fonti: Meridionews.it e GDS.it)

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram