Il piccolo Gabriel strangolato dalla mamma. Il suo pianto aveva interrotto un rapporto sessuale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:08

gabriel bimbo strangolatoUcciso perchè aveva interrotto un rapporto sessuale. 

E’ questa la motivazione che avrebbe spinto la mamma del piccolo Gabriel a strangolarlo. Il bimbo avrebbe cominciato a piangere, interrompendo bruscamente il tentativo dei genitori di intrattenersi in un rapporto sessuale in aperta campagna.

Il fatto è avvenuto lo scorso 17 aprile a Piedimonte San Germano, nel frusinate. Per diversi giorni, Donatella Di Bona e Nicola Feroleto hanno provato a depistare le forze dell’ordine, con la mamma del piccolo che ha raccontato di un presunto pirata della strada, ovviamente inesistente.

Gli atti d’indagine hanno invece fatto emergere un quadro decisamente inquietante. Donatella, 28 anni, e Nicola, vent’anni più grande, avrebbero consumato un primo rapporto sessuale nella Panda dell’uomo poco dopo le 14.

Il padre non ha fatto nulla per fermare la donna

Nel pomeriggio, i due hanno deciso di appartarsi nuovamente, ma sono stati interrotti dal pianto del bambino. Feroleto ha anche rifilato due schiaffi al piccolo, ma è la donna che si è scagliata sul bimbo con un’incredibile ferocia. La 28enne, mentre facevano rientro a casa, ha afferrato il piccolo per il collo e lo ha strangolato. Gabriel, di soli due anni e 4 mesi, ha provato a difendersi in tutti i modi, ma non ha potuto impedire che la furia della mamma sfociasse nell’orrore.

Il tutto sotto gli occhi del papà Nicola, che non ha fatto nulla per fermare la mano della donna.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!