Inter-Juventus, ESCLUSIVO Caronni (Top Calcio 24): “Amichevole di lusso. Paratici vuole un colpo choc per la panchina bianconera”

maglia

Il giornalista Matteo Caronni su Inter-Juventus e il futuro di Allegri

Anche se ha poco valore per la classifica, Inter-Juventus è senza ombra di dubbio il big match di questo turno di campionato; i bianconeri arrivano a San Siro da campioni d’Italia per l’ottava volta consecutiva, mentre i nerazzurri hanno ormai conquistato la qualificazione alla prossima edizione della Champions League. In casa Juve però tiene banco la situazione legata al futuro di Massimiliano Allegri, che nonostante fosse stato confermato dal patron Agnelli dopo l’eliminazione con l’Ajax in Champions ha molti dubbi sul proseguimento del rapporto col livornese.

Per questo motivo abbiamo contattato il giornalista di ‘TeleLombarda’ e ‘Top Calcio 24’ Matteo Caronni, vicino alle vicende legate alla ‘Vecchia Signora’ che in ESCLUSIVA ci dato una sua analisi sul momento bianconero…

Matteo Caronni su Inter-Juventus e la panchina bianconera

“Inter-Juve è praticamente un’amichevole di lusso, però entrambe le squadre hanno già raggiunto gli obiettivi stagionali, dove vedremo magari più azioni e gol. La ritengo a questo punto una gara qualsiasi. Per quanto riguarda il futuro di Allegri, ero abbastanza convinto che questo sarebbe stato in ogni caso il suo ultimo anno a Torino. Già la scorsa stagione quando lui e Agnelli si incontrarono per discutere del futuro del tecnico si decise di proseguire ma senza rinnovare il contratto, rendendo implicito che il ciclo si sarebbe chiuso al termine di questa annata, visto che non c’erano alternative di livello né per il club che per Allegri. Sono rimasto stupito delle parole di Agnelli post Ajax, visto che non mi aspettavo una dichiarazione del genere a favore del mister in un momento così pesante in cui la stagione di fatto si era conclusa (scudetto in bacheca). Da informazioni che abbiamo avuto noi in redazione a ‘TeleLombardia’ abbiamo però scoperto che di fatto quelle erano solo frasi di circostanza. La volontà della Juventus è quella di trovare un allenatore vincente e dall’esperienza pari o superiore a quella di Allegri, eliminando così le possibili scommesse come Simone Inzaghi, Deschamps e Sarri. Il nome forte è quello di Antonio Conte (nonostante si dica che la Roma è in netto vantaggio sul tecnico pugliese) e non è da escludere la candidatura recente di Guardiola, anche se la richiesta di 22 milioni di euro all’anno è molto pesante e non mi stuzzica particolarmente. Paratici un anno fa disse di voler dare un colpo choc all’ambiente e ci riuscì con Ronaldo, questa volta penso che toccherà alla panchina e non con un calciatore”.  

Simone Ciloni

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram