Macchinisti ubriachi sul treno Frecciarossa, corsa cancellata per 67 passeggeri

treno frecciarossaIl capotreno di un Frecciarossa si è reso conto che i due macchinisti erano ubriachi, deunciati alla polizia ferroviaria di Brescia

Episodio che ha dell’assurdo quello avvenuto a bordo di un treno Frecciarossa in partenza da Brescia e diretto a Napoli. Ne dà notizia il Corriere della Sera, spiegando che i due macchinisti che avrebbero dovuto condurre il treno 9604 erano visibilmente sotto effetto di alcol. E’ stato il capotreno ad accorgersene per primo e ad intervenire dicendo loro, “Siete ubriachi”. Non si è però limitato alle parole, passando ai fatti e denunciando i due uomini agli agenti della polizia ferroviaria di Brescia, dopo essersi reso conto che la sicurezza sul convoglio non sarebbe altrimenti stata garantita.

Macchinisti ubriachi, il comunicato di Trenitalia

Il treno sarebbe dovuto partire alle 5.17 di domenica 28 aprile ma così non è stato: i macchinisti sono stati immediatamente sottoposti al test dell’etilometri con risultati eloquenti. Il tasso alcolico nel sangue era tale che i due non sarebbero stati in grado di garantire la sicurezza ai 67 passeggeri che, sono stati trasferiti alla stazione di Milano Centrale. Qui hanno preso un altro Frecciarossa per raggiungere Napoli. E’ stata la Polfer a comunicare l’episodio e poche ore dopo è intervenuta Trenitalia rilasciando una nota nella quale si legge che, la corsa è stata cancellata “dopo aver accertato la non idoneità dell’equipaggio alla conduzione del treno”. Nessun passeggero è stato fatto salire a bordo del treno, “rimasto chiuso e inaccessibile – si legge nella nota – Tutti i clienti sono stati immediatamente trasferiti con un treno regionale alla stazione di Milano, per poi salire a bordo di un altro treno e raggiungere così la loro destinazione”. Trenitalia ha concluso sottolineando che mai si era verificato prima d’ora un episodio simile.

Leggi NewNotizie.it, anche
su Google News

Segui NewNotizie.it
su Instagram