Amministrative in Sicilia, M5S perde Bagheria e Gela. Lega bene, ma non benissimo

voto siciliaIl Movimento 5 Stelle conferma il calo, ma la Lega non sfonda. 

E’ questo il dato che emerge dalle elezioni amministrative che si sono svolte ieri in diversi comuni della Sicilia. Il M5S perde Bagheria e Gela, ovvero i due comuni dove nella tornata precedente era riuscito a vincere.

La Lega può dirsi soddisfatta del risultato, anche se forse il Carroccio si aspettava percentuali ancora più alte.

“Grazie ai siciliani perché mi hanno regalato, ci hanno regalato, si sono regalati un’emozione, una voglia di cambiamento”, ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che ha sottolineato come l’ottimo andamento del centrodestra in Sicilia sia stato caratterizzato soprattutto dalla Lega.

“E’ una scelta che solo a parlarne due-tre anni fa sarebbe stato fantascienza – commenta Salvini – Vuol dire che quello che facciamo al governo piace dal Nord al Sud”.

Cinque comuni su sette al ballottaggio

Su sette comuni al voto, solo Bagheria e Aci Castello non dovranno andare al ballottaggio: nel primo caso trionfa Filippo Tripoli con il 47% delle preferenze, sostenuto dal centrosinistra e “un pezzo” di centrodestra. Ad Aci Castello vince invece Carmelo Scandurra (liste civiche).

L’unico capoluogo di provincia al voto era Caltanissetta: andranno al ballottaggio Michele Giarratana (37% circa), appoggiato dal centrodestra, e Roberto Gambino (20%) del Movimento 5 Stelle. Solo quarto Aiello (Lega), che arriva dietro il candidato del centrosinistra.

Carroccio al ballottaggio a Gela, dove Giuseppe Spata (31%) sfiderà Lucio Greco (37%), sostenuto da PD e quel pezzo di Forza Italia vicino a Miccichè.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram