Elezioni shock in Indonesia, 272 persone sarebbero morte per caldo e troppa fatica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:49

Le elezioni nazionali che si sono svolte in Indonesia si sono trasformate in una mattanza: molte persone sono perite per la stanchezza e per le condizioni climatiche estreme

Una notizia che definire shock è assolutamente riduttivo e che ci viene confermata direttamente dai membri del Governo indonesiano. Le elezioni che si sono svolte lo scorso 17 Aprile 2019 nel Paese del Sud-est asiatico hanno portato alla morte di 272 persone. Non si tratta, come si potrebbe pensare, di morti che sono derivate da tragici cortei e scontri di piazza con le Forze dell’Ordine locali. No. Sono state la stanchezza per le lunghe ore di spoglio elettorale e le condizioni climatiche proibitive che lo hanno accompagnato a causare tutti questi decessi. Circa 1800 persone si sono ammalate e stanno adesso cercando di guarire.

Elezioni shock in Indonesia, circa 2mila persone colpite dalla stanchezza e dal caldo: 272 sono morte

Più di 2mila scrutinatori che si sono adoperati per portare avanti le operazioni di spoglio per le elezioni che si sono svolte in Indonesia sono stati messi in ginocchio dalle aspre condizioni climatiche e dalla forte stanchezza accusata per il troppo protrarsi della loro attività. Di queste 2mila persone, 272 hanno drammaticamente perso la vita: troppo il caldo e troppe le ore di lavoro, che sono state loro fatali. È questo il rapporto di una carneficina che ha dell’incredibile, specialmente se guardiamo alle modalità con le quali si è svolto il tutto. Troppo numerose le schede da scrutinare. Il Paese vanta una popolazione di 260 milioni di abitanti, di cui poco più della metà ha diritto al voto. Parliamo di cifre impressionanti che superano di circa tre volte il numero dell’intera popolazione italiana: 160 milioni di persone potevano andare a votare e in 150 milioni si sono presentati alle urne.

Elezioni shock in Indonesia, i decessi sono stati confermati dal Governo indonesiano

I decessi causati in Indonesia dalle operazioni di spoglio delle elezioni sono stati direttamente confermati dal Capo della Commissione elettorale indonesiana e dal Governo. La decisione di concentrare nella stessa votazione sia le elezioni regionali sia quelle nazionali ha generato un indotto di 600 milioni di schede elettorali da esaminare e registrare negli 800mila seggi aperti, per un totale di 7 milioni di scrutinatori chiamati a presenziare. Le operazioni hanno richiesto anche fino a 30 ore consecutive di lavoro, all’aperto e con una temperatura costante di 30 gradi o superiore. Ore e condizioni di spoglio disumane che sono state la causa della morte di 272 scrutinatori tra i 2mila che hanno accusato gravi scompensi fisici. Le famiglie dei defunti e degli ammalati saranno risarcite con l’erogazione di una somma di denaro pari a 2500 dollari (corrispondenti a circa 2240 euro).

(Fonte: La Repubblica.it)

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram