Home Spettacolo Musica

Punk-rock, antifascismo e difesa dell’ambiente: gli Anti-Flag tornano in Italia

CONDIVIDI

anti-flag concerto “We’ll never have our dignity, till all you fascists are six feet deep!”. 

L’ultima strofa di “The Criminals”, uno dei brani contenuti all’interno di “American Fall”, spiega perfettamente l’essenza stessa degli Anti-Flag. La band punk-rock proveniente da Pittsburgh (Pennsylvania) porta in giro da oltre 25 anni i suoi ideali, che si basano sull’antifascismo militante e sull’attenzione sempre molto marcata in merito alle problematiche ambientali e animali.

Gli ultimi due lavori, “American Spring” (2015) e appunto “American Fall” (2017) hanno permesso agli Anti-Flag di espandere il proprio raggio d’azione. I loro recenti tour hanno visto platee sempre più numerose: Justin, Chris 2, Chris Head e Pat passano quasi come una nuova band, quando in realtà sono in giro dal lontano 1993.

Un album che attacca frontalmente Donald Trump

Questo aspetto è il punto di forza degli Anti-Flag, che riescono a non snaturare le loro sonorità originali ma al tempo stesso si dimostrano capaci di modularle, adattandole al pubblico attuale e “toccando” le corde anche di coloro che non vivono con creste e spillette, ma che sono comunque incuriositi dalla “attitude” dei 4 ragazzacci di Pittsburgh e dalla “gioiosa veemenza” con cui portano avanti le loro battaglie.

anti flag

Nel loro ultimo disco, gli Anti-Flag attaccano frontalmente il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che viene definito senza giri di parole un “fascista” e un “razzista”, oltre che un ignorante. Il brano “Racists” analizza il fenomeno sempre più crescente dell’intolleranza nei confronti del diverso e il fastidio verso i migranti, sentimenti pericolosi che l’amministrazione USA cavalca in maniera propagandistica: una problematica che viviamo anche qui in Italia.

Forse è anche per questo che gli Anti-Flag hanno avuto sempre il loro buon riscontro nel nostro Paese, visibilmente aumentato con questi due album. Memorabile la loro esibizione al Bay Fest 2017, che si svolge come ogni anno a Bellaria Igea Marina intorno alla metà di agosto, dove sono stati ritenuti da molti (e anche da noi) tra le migliori band del Festival.

Gli Anti-Flag di nuovo in Italia: appuntamento all’HT Factory

E’ quindi sempre un piacere rivederli ancora una volta sul palco. La punk-rock band capitanata dai due frontman Justin Sane (chitarra) e Chris Dos (basso) sarà di scena martedì 14 maggio all’HT Factory, a Seregno (MB). Prima di loro, il pubblico potrà godersi le performance di altre due band di casa nostra che non hanno nulla da invidiare ai “colossi”: stiamo parlando degli Andead, provenienti da Milano e attivi dal 2007, e dei torinesi Mad Beat.

L’evento è organizzato da Hub Music Factory. L’apertura porte è prevista alle ore 20:15, mentre gli Anti-Flag sono attesi per le 23. I Mad Beat suoneranno alle 21:15; seguiranno gli Andead alle ore 22.

Il costo del biglietto è di 18 euro (no prevendita) ed è necessaria la tessera ACSI.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram