Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Stati Uniti- Iran, riparte la corsa di Teheran al nucleare: è gelo tra i due Paesi

CONDIVIDI

Il Governo iraniano di Teheran ha dichiarato che riprenderà la sua corsa al nucleare e ha mandato un avvertimento chiaro al Presidente Donald Trump

Riparte la corsa di Teheran  al nucleare
©Getty

Teheran sta riprendendo la sua corsa al nucleare. Questa è la risposta che il governo iraniano ha dato al mondo dopo la decisione presa da Trump di uscire dall’accordo sul nucleare iraniano e di ripristinare le sanzioni statunitensi a danno dell’Iran, fatti che risalgono a un anno fa esatto (Maggio del 2018).  Dall’Iran è arrivata anche un palese avvertimento a Donald Trump: qualora gli Stati Uniti d’America tentassero una qualunque azione militare nelle acque del Golfo verrebbero accolti dai missili di Teheran. Le tensioni, quindi, hanno continuato a inasprirsi giungendo a questo stato di cose.

Riparte la corsa di Teheran al nucleare, le dichiarazioni del Presidente iraniano Hassan Rohani

La Repubblica islamica iraniana, in risposta all’uscita dell’America dall’accordo nucleare e alle cattive promesse dei Paesi europei sul rispetto dei loro impegni, riprenderà parte delle sue attività atomiche che erano state interrotte nel quadro dell’intesa“. Questo quanto annunciato da una fonte governativa iraniana alla vigilia dell’annuncio che il Presidente iraniano Hassan Rohani ha fatto l’8 Maggio scorso, a un anno esatto dall’uscita degli States dall’accordo sul nucleare e proprio in risposta alla presa di posizione statunitense. L’Iran non ha intenzione di rispettare alcuni degli impegni presi e accusa i Paesi dell’Unione europea di non aver lavorato abbastanza per tutelare gli accordi rotti da Trump.

Riparte la corsa di Teheran al nucleare, la minaccia di Tabatabai-Nejad

In risposta alla volontà statunitense di inviare bombardieri e una flotta guidata dalla portaerei Abraham Lincoln  nel Golfo Persico , il Governo iraniano ha lanciato un avvertimento molto forte nei confronti degli Stati Uniti che suona come una dichiarazione di aperta ostilità. Se e quando gli States guidati da Trump decideranno di intervenire militarmente nelle acque del Golfo, dovranno fare i conti con la potenza missilistica dell’Iran. Le parole pronunciate dall’Ayatollah Tabatabai-Nejad fanno paura e parlano di un unico missile potenzialmente capace di devastare la flotta statunitense: “La loro flotta da miliardi di dollari può essere distrutta con un solo missile. Se tentano qualsiasi mossa, dovranno affrontare dozzine di missili perché al momento i funzionari governativi non saranno incaricati di agire con cautela ha dichiarato Tabatabai Nejad-  Invece le cose saranno nelle mani del nostro amato leader Ayatollah Ali Khamenei“.

Riparte la corsa di Teheran al nucleare, il messaggio di John Bolton e di Mike Pompeo

Le tensioni esistenti tra Washington e Teheran sono state spiegate dal Consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton: “Non stiamo cercando la guerra con il regime iraniano, ma siamo pienamente pronti a rispondere a qualsiasi attacco, che sia ‘per procura’, o del Corpo delle Guardie rivoluzionarie islamiche (pasdaran) , o delle regolari forze iraniane“. Mike Pompeo, Segretario di Stato statunitense, ha dichiarato che gli Usa riterranno l’Iran “direttamente responsabile di qualsiasi azione condotta contro gli interessi americani in Medio Oriente, anche da soggetti terzi”. Gli States stanno inoltre mettendo a punto altre misure che vadano a danneggiare l’economia dell’Iran. La situazione, quindi, si annuncia preoccupante e incandescente.

(Fonte: Agi.it e Daily Star Online)

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram