Ubriaco urina sulla tomba di un bimbo morto per cancro: dai tabloid un’ondata di indignazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:13

dai tabloid un'ondata di indignazioneUn ubriaco si è fatto filmare mentre urinava sulla tomba di un bimbo morto di cancro, quando il video è stato condiviso sul web si è scatenata una bufera.

Il giovane Bryan Bellace è finito al centro di una bufera mediatica dopo che è emerso il video di un gesto deplorevole ai danni della tomba del piccolo Christian Clopp, situata nel parco nazionale Underhill (Philadelphia) . Il 23enne si è fatto filmare mentre, completamente ubriaco, urinava sopra la placca commemorativa, dedicata al bambino in seguito alla sua tragica morte.

Il video è stato originariamente condiviso su ‘Snapchat’, ma successivamente ha fatto il giro anche degli altri social e la popolazione locale ha cominciato a dargli addosso. L’atto vandalico e osceno compiuto ai danni del monumento in ricordo del figlio è giunto all’attenzione di Mark Clopp, il quale ha dichiarato ai media: “Non capisco il mondo odierno, un amico di famiglia ci ha informato che è stato postato un video in cui due stro*** urinano sopra al monumento alla memoria di Christian”.

Ubriaco urina sopra la tomba di un bimbo morto per cancro: due ragazzi si offrono di pulirla

Tutta la comunità di Philadelphia è rimasta colpita dal vergognoso gesto di Bellace: il ragazzo si è macchiato di mancanza di rispetto nei confronti della memoria di un morto, per di più di un bambino strappato alla propria famiglia a soli 9 anni a causa di una violenta forma di cancro. Colpiti dall’accaduto, due giovani del posto si sono offerti di pulire il monumento alla memoria del piccolo ed in seguito hanno dichiarato: “Non lo abbiamo fatto per farci pubblicità, ma per fare passare il messaggio a tutti che in questa comunità non si perdonano atti malati come questo”.

Alla gogna social ed alla condanna dei media, per Bellace si aggiungono i problemi con la legge: il 23enne è stato accusato di oscenità, turbamento della quiete pubblica, danneggiamento di proprietà pubblica e violazione del divieto di consumo di alcol in un parco nazionale.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram