Google contro Huawei, la Cina spaventa gli Usa di Trump con il business delle terre rare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:21

Come combattere lo stop degli aggiornamenti di Google a Huawei, il colosso della telefonia cinese? La Cina potrebbe sfruttare l’industria delle terre rare

Donald Trump e il suo Governo hanno imposto il blocco che ha duramente colpito il colosso cinese Huawei, al quale Google non fornirà più i suoi aggiornamenti di sistema in futuro. Huawei, a quanto sembra, avrebbe però già preparato una contromossa in grado di spaventare gli States a tal punto da approdare a  più miti consigli, passando da un ultimatum perentorio a una sospensione delle restrizioni imposte alla società valido per tre mesi. La contromossa riguarderebbe le cosiddette terre rare. Cerchiamo di capire che cosa sta succedendo.

Google contro Huawei, l’industria delle terre rare potrebbe essere l’asso nella manica della Cina

Lo stop di Google a Huawei ha avuto un impatto mediatico ed economico di tutto rilievo. La notizia è stata seguita da reazioni di diverso tipo, tra cui il crollo dell’indice di borsa Nasdaq. La Cina, adesso, potrebbe reagire di conseguenza rispetto alle misure prese contro Huawei. La mossa successiva vedrebbe al centro della questione l’azienda chiamata JI-Mag e le terre rare, un materiale che è alla base della produzione dei microconduttori. I microconduttori sono essenziali per la produzione, successiva, di prodotti che sono il cardine dell’industria tech. Di fatto, senza le terre rare non si potrebbero produrre né computer, né tablet, né smarthpone. Secondo un’espressione azzeccatissima utilizzata da Businessinsider.com, è “l’equivalente della farina per un fornaio, nel mondo 2.0”.

Google contro Huawei, bloccata l’esportazione delle terre rare verso gli USA?

In che modo la JI-Mag e le terre rare sarebbero coinvolte nell’affaire che vede in prima linea Google, Huawei, Usa e Cina? Il fatto che l’azienda, senza un apparente motivo, sarebbe stata visitata nelle ultime ore proprio dal Presidente cinese in persona, accompagnato da Liu He. Chi è Liu He? Il vice Premier cinese che è capo negoziatore tra Stati Uniti d’America e Cina per il commercio. In sostanza questo potrebbe significare che la Cina potrebbe mettere in seria difficoltà gli USA di Trump bloccando le esportazioni delle terre rare. La Cina è il principale rifornitore di questo materiale, con l’80% delle terre rare vendute negli States.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram