Zingaretti attacca il governo: “Taglio a 6 milioni di pensioni, una vergogna”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:34
"Taglio a 6 milioni di pensioni, una vergogna"
(Getty Images)

A partire dal prossimo mese le pensioni superiori ai 1500 euro lordi verranno tagliata. Zingaretti non approva la mossa del governo e lo attacca sui social.

A giugno entrerà in atto la rivalutazione annuale delle pensioni che, secondo quanto previsto dalla legge di Bilancio 2019, prevede il taglio delle pensioni più alte fino a quelle che corrispondono a 1500 euro lordi al mese. Il taglio in questione dovrebbe servire come fondo utile ad aumentare le pensioni minime (portate fino a 780 euro), ma la mossa del governo non è piaciuta agli avversari politici che la reputano un colpo basso verso quei lavoratori che hanno maturato l’assegno pensionistico con il lavoro di tutta una vita.

Tra i primi ad attaccare il governo giallo-verde è stato il neo segretario nazionale del PD, Nicola Zingaretti, il quale sul proprio profilo Instagram ha scritto: “Il Governo ha appena tagliato le #pensioni a 6 milioni di persone. Stiamo parlando di pensioni a partire da 1500 euro LORDI al mese. Salvini e Di Maio, vergognatevi!”.

Critiche al taglio sulle pensioni, ecco cosa propone Salvini

Molto polemico sul taglio delle pensioni 3 volte superiori alla minima è stato anche Roberto Speranza (segretario di Articolo Uno), il quale ha ribadito l’indignazione di Zingaretti sul taglio ed ha aggiunto un ulteriore spunto di polemica dichiarando: “Poi però continua ad evocare la Flat tax che è un regalo a chi ha di più. Ancora una volta gettano la maschera. E sotto si trova sempre il solito Robin Hood al contrario”. Ulteriori critiche sono arrivate anche da Forza Italia che invoca addirittura un cambio al governo.

Mentre l’opposizione in toto e gli italiani colpiti dal taglio si lamentano per la rivalutazione annuale delle pensioni, il ministro dell’Interno Salvini lancia una proposta durante un comizio a Putignano, Bari: l’esenzione dalle tasse dei pensionati sul modello di quella portoghese. In attesa di capire quanto sia fattibile una simile riforma, gli italiani che non percepiscono una pensione d’oro si vedono ridurre il potere d’acquisto.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram