Home Televisione

Eliana Michelazzo a Live Non è La D’Urso: “Ho denunciato Pamela Perricciolo”

CONDIVIDI
Eliana Michelazzo
Eliana Michelazzo

Questa sera, Eliana Michelazzo è stata protagonista di una lunga intervista, rilasciata a “Live Non è La D’Urso”, nella quale ha parlato del “caso Prati” e, nella fattispecie, di Simone Coppi e Mark Caltagirone.

Dopo le anticipazioni sulla sua confessione (ve ne abbiamo parlato qui), Eliana Michelazzo, questa sera, è stata nuovamente ospite a “Live Non è La D’Urso” e alla padrona di casa Barbara D’Urso ha rilasciato una lunga intervista, attraverso la quale ha parlato del “caso Prati” e, nella fattispecie, di Simone Coppi e Mark Caltagirone.

Iniziando da Simone Coppi (figura che, come Mark Caltagirone, non esiste), Eliana ha ricostruito il rapporto che la legava a lui, un rapporto del tutto virtuale:

“Neanche io credo in me. Mi sono autoconvinta di essere innamorata di Simone. Mi dimostrava tutto l’amore. Ho un lavoro pericoloso, non posso vivere con te, sono magistrato antimafia minorile… cosa che mi hanno detto che nemmeno esiste. Sono andata avanti con sicurezze perché Pamela Perricciolo mi diceva che mi amava… Mi sentivo sotto scorta anche io. Avevo delle guardie che mi seguivano, avevo il telefono sotto controllo. Sentivano quello che dicevo. Ricevevo messaggi su quello che dicevo. Per cinque anni ho annullato la mia vita non parlando mai con nessun uomo. Poi la Perricciolo fece un intervento e ho preso in mano l’agenzia e ho pensato al lavoro”.

E ancora:

“Per dieci anni, non ho baciato nessun uomo. Ho fatto l’amore virtualmente con lui. Quando parlavo di questa storia mi sono accorta che lui non c’era. Sono andata da Pamela a chiedere di vedere i telefoni, di incontrare i cugini, la famiglia di Simone. Mi sono fidata di lei, lei è mia sorella. “Sei stata fidanzata con Igor… dov’è Igor?” E mi ha detto che non ha mai avuto foto con Igor”.

Eliana ha visto tale Simone Coppi una sola volta a Fontana di Trevi. Tra di loro non ci sono mai state telefonate, ma solo chat, prima su Messenger e poi su Whatsapp:

“Ero sempre colpevole di qualsiasi cosa. Lui aveva problemi cardiaci. La madre stava male, quindi non potevo litigare con Pamela… mi arrivava il messaggio della madre, della sorella. Ero tormentata con le colpe. Sono tornata indietro negli anni, nelle chat. Ho creduto a tutto. Mi sono fatta due tatuaggi: uno due anni fa”.

Riguardo a Mark Caltagirone:

“Non esiste. La voce era diversa dalla telefonata fatta (a Live) e dal video. Io so solo che ho bisogno di un medico. Ho creduto a questa situazione di Pamela Prati… venendo qua mi sono chiesto “Questa sua famiglia (di Simone) dove’è?”. Per me era quella la mia vita. Ho annullato la mia vita, le mie amiche”.

In tutta questa storia, Eliana non crede che Pamela sia una vittima:

“Io mi faccio un grande punto interrogativo. Secondo me lei sa che non esiste. Non ha foto insieme. Lei si è fatta una fotografia fatta da Pamela Perricciolo che c’era, quella sera. E allora chi è quella persona che non è uguale a quella che ho visto in più foto? Non so perché Pamela Prati menta… Se tu fingi perché ti abbracci tuo figlio davanti a me? Il bambino è arrivato, ha abbracciato me e lei. Lei ha ricevuto una telefono, è uscita fuori e si è freddata totalmente. Al telefono le avevano detto che c’era un suo ex che parlava di lei. Pamela Prati deve dirmi a cosa ha creduto. Io ci ho creduto o non sarei venuta qua a metterci la faccia. Quando sento di matrimoni, bimbi, io ci credo perché è quello che mi è sempre mancato. Mi scrivevano tutti. Io ero entrata in questa famiglia qui”.

Il fantomatico Simone avrebbe avuto un cugino, Denny Coppi, che aveva raccontato ad Eliana di essere fidanzato proprio con Barbara D’Urso:

“Mi mandava dei video tuoi mentre ti mettevi smalti colorati. Ho deciso di denunciare Pamela”.

Eliana Michelazzo: “Pamela Perricciolo è aiutata da qualcun altro”

Eliana crede che, in tutta questa storia, Pamela non sia l’unica “truffatrice”, ma che sia aiutata da qualcun altro:

“L’ho denunciata perché tutto questo, purtroppo, l’ha creato lei con qualcun altro sicuramente. Non do tutta la colpa, c’è qualcuno dietro di lei e ce lo deve dire chi è. Dopo la confessione che ho fatto, l’ho sentita. Ha tentato più volte di prendersi gocce… di quelle calmanti per dormire. Mi diceva sempre “Ho preso le gocce, se muoio pensa alla mia famiglia”. Avevo sensi di colpa… ho sempre creduto a lei, era un’amica”.

Infine, Eliana ha invitato Pamela Prati a dire la verità:

“Vi chiedo scusa, a tutti quanti. Però devo chiedere grazie… in tutta questa storia ho scoperto me stessa e quello che è successo a me. Spero che Pamela dica la verità”.

Maria Rita Gagliardi

Leggi
NewNotizie.it anche su Google News

Segui NewNotizie su
Instagram

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram