La lotta di Netflix per il diritto all’aborto: investimenti ritirati se non cambia la legge in Georgia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:35

La lotta di Netflix per il diritto all'abortoIl gigante dell’intrattenimento Netflix ha minacciato il governo della Georgia promettendo di ritirare gli investimenti qualora passi la legge sull’aborto.

In queste ultime settimane la legge sull’aborto proposta in Georgia ha generato numerose polemiche. Il disegno di legge del senatore Kemp, infatti, prevede che l’aborto venga considerato illegale qualora il feto abbia emesso il suo primo battito. Questo si verifica intorno alla sesta settimana di gravidanza, il che vuol dire che molte donne o ragazze, potrebbero non essersi ancora accorte di essere incinta, motivo per cui viene considerato fatto un divieto totale mascherato.

La polemica è stata avviata dalle associazioni che si occupano della tutela dei diritti delle donne e l’Aclu (American Civil Liberties Union) ha già dichiarato che richiederà il giudizio del tribunale su tale legge al fine di contestarne la legittimità costituzionale. A sostegno di tale posizione si è schierata recentemente anche Netflix che, proprio in Georgia, ha effettuato diversi investimenti al fine di girare alcune delle serie più amate (Ozark e Stranger Things).

Netflix minaccia la Georgia: niente investimenti se passa la legge sull’aborto

Ad annunciare il supporto al movimento pro choice e alle donne è stato il responsabile dei contenuti di Netflix Ted Sarandos che, intervistato da ‘Variety‘, ha dichiarato: “Abbiamo molte donne che lavorano a produzioni in Georgia, i cui diritti, insieme a milioni di altri, saranno severamente limitati da questa legge, ed è per questo che lavoreremo con l’ACLU e altri per combatterla in tribunale. Se mai dovesse entrare in vigore, dovremmo ripensare al nostro intero investimento in Georgia”.

Una posizione, quella presa da Netflix, che potrebbe essere seguita anche dagli altri colossi della cinematografia causando danni ingenti all’economica dello stato. In questi ultimi anni, infatti, la Georgia è stata scelta per alcune delle più grandi produzioni hollywoodiane, tra le quali i colossal della Disney ‘Black Panther’ e ‘Avengers: End Game’.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram