Elba No Rain, gli operatori turistici scommettono contro il meteo: “Se piove il pernottamento è gratuito”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:20

"Se piove il pernottamento è gratuito"Allo scopo di incentivare il turismo sull’Isola d’Elba nel periodo primaverile, gli operatori turistici hanno aderito al progetto Elba No Rain che prevede il rimborso in caso di pioggia.

Il bel tempo è un fattore spesso determinante per la scelta del periodo vacanziero e della meta turistica. I turisti scelgono il periodo adatto in base alle loro esigenze lavorative o di studio e considerando i giorni a disposizione individuano la meta ideale anche in base alle previsioni meteo. Quando ci si trova poi in autunno o in primavera, ecco che proprio le previsioni giocano un ruolo fondamentale nella decisione e spesso penalizzano quelle località la cui attrattiva principale sono il mare, le spiagge ed il relax.

Il periodo più a rischio per le località di mare è indubbiamente quello primaverile. Il tempo in questa stagione varia di settimana in settimana, e a volte anche da un giorno all’altro. In una simile situazione i turisti fanno molto affidamento sulle previsioni, ma gli operatori turistici dell’Isola d’Elba si sono resi conto che negli anni passati queste hanno penalizzato ingiustamente il turismo. Proprio per evitare che si ripeta il danno riscontrato, alcuni di loro hanno deciso di aderire all’iniziativa ‘Elba No Rain‘.

Elba No Rain: gli operatori turistici offrono rimborsi in caso di pioggia

Nel corso del convegno ‘Vacanze sicure tra previsioni meteo e cambiamenti climatici’, il Coordinatore Gestione Associata Turismo dell’Isola d’Elba, Claudio Della Lucia, ha mostrato ai presenti come le errate previsioni meteo riguardanti il periodo primaverile abbiano ingiustamente penalizzato il turismo: “Nel triennio 2016 – 2018, nel periodo tra aprile e maggio si sono susseguite le previsioni a più di 7 giorni di anticipo che segnalavano pioggia, ma in realtà nel 36% dei casi il meteo è stato smentito da weekend caratterizzati da un clima generalmente sereno che ha permesso agli ospiti di godersi a pieno la vacanza”.

L’errore nelle previsioni, spiega ancora Della Lucia, è legato al fatto che queste non sono attendibili al 100%, specialmente se considerano un periodo di tempo che supera i 5 giorni. Il problema è che il turista spesso prenota la vacanza con anticipo e controllando il meteo può trovarsi dinnanzi ad uno scenario inattendibile. Qual è il danno arrecato ogni volta alla località turistica? Secondo le statistiche fornite dagli operatori turistici, la previsione di pioggia nel weekend può portare addirittura ad un calo del 20% delle prenotazioni.

Al fine di contrastare questa tendenza negativa, nei prossimi tre anni molti operatori turistici hanno deciso di aderire all’iniziativa Elba No Rain. A spiegare di cosa si tratta è sempre il coordinatore: “L’iniziativa #ElbaNoRain vuole fornire un’assicurazione concreta agli ospiti che nel rarissimo caso di una giornata con pioggia insistente potranno godersi tutto quanto l’isola comunque offre senza pagare un euro per il pernottamento. È un progetto triennale e la prima fase si concluderà a maggio: sulla base delle adesioni ricevute stiamo valutando di ampliarlo anche al periodo autunnale”.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram