Dramma nel Lago Maggiore: 14enne perde la vita, inghiottito dalle acque

morto annegato nel lago

Tragedia nelle acque del lago Maggiore, nel pomeriggio di domenica 2 giugno.

In località Punta Vevera ad Arona, in provincia di Novara, un ragazzino di appena 14 anni è affogato, perdendo la vita.

Il giovanissimo si trovava assieme alla sorella ed alcuni amici quando è avvenuto il dramma: si sarebbe buttato in acqua ed avrebbe preso a nuotare, prima di iniziare a chiedere aiuto. Una richiesta d’aiuto in realtà durata pochissimo, con il 14enne dopo poco inghiottito dalle acque del lago. Secondo le prime ricostruzioni il ragazzo sarebbe stato risucchiato nel lago nel momento in cui avrebbe provato a raggiungere una barca ormeggiata ad una boa.

Nonostante il pronto arrivo dei soccorsi, per il giovanissimo non c’è stato nulla da fare. I soccorritori – e nello specifico il nucleo dei sommozzatori di Milano, giunti assieme ai vigili del fuoco di Arona, ai carabinieri e al 118 – hanno potuto solo recuperare il suo corpo senza vita, dopo circa due ore di ricerche, a circa cinque metri di profondità.

(Foto d’archivio)