Salvini e la scorta di Saviano, per il Consiglio d’Europa lo Stato minaccia lo scrittore napoletano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:20

Il Consiglio d’Europa bacchetta Matteo Salvini.

L’organizzazione internazionale fondata nel 1949 (e che vede 47 stati membri tra cui anche Turchia e Russia) attraverso il proprio sito – nell’area dedicata alla difesa dei giornalistiha denunciato le parole di Matteo Salvini nei confronti di Saviano, giunte attraverso una diretta Facebook.

Un video in cui, tra un bacione e l’altro, Salvini dichiara tra le righe che starebbe lavorando sulla revisione della scorta a Saviano.

Minacce a Saviano da parte di Salvini, le parole del Consiglio d’Europa

Così, il Consiglio d’Europa, ha denunciato – ritenendo Roberto Saviano letteralmente “minacciato dallo Stato”:

“Il 29 maggio 2019, il vice primo ministro e ministro dell’Interno Matteo Salvini ha pubblicato un video su Facebook in cui minacciava il giornalista Roberto Saviano di ritirare la protezione dalla mafia. Saviano è sotto costante protezione della polizia dal 2006, quando ha pubblicato il libro ‘Gommora’, denunciando le pratiche della camorra, la mafia napoletana.
Nel video, Matteo Salvini manda un bacio alla telecamera, dicendo “Un bacione a Saviano. Sto lavorando anche a una revisione dei criteri per le scorte che impegnano ogni giorno 2mila uomini”. Questa non è la prima volta che Salvini minaccia Saviano di togliergli la protezione della polizia. Nel 2017, Matteo Salvini aveva già dichiarato di “valutare se ci fosse qualche rischio” che giustificasse le misure di sicurezza per Saviano, “per vedere dove andava a finire il denaro degli italiani”.

Cosa risponderà adesso l’Italia, chiamata a rendere conto delle parole del suo ministro?

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!