Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Giustizia uno dei suoi generali gettandolo in una vasca piena di piranha: Kim Jong-un shock

CONDIVIDI

Kim Jong-un avrebbe giustiziato uno dei suoi generali gettandolo in una vasca piena di piranha. L’agghiacciante indiscrezione arriva dalla Corea del Sud

Kim Jong-un come il cattivo di uno dei film della saga di James Bond, l’agente segreto più famoso e più amato del mondo. Secondo un’indiscrezione arrivata dalla Corea del Sud, il Presidente avrebbe fatto uccidere uno dei suoi generali ordinando di gettarlo nel suo personale acquario, pieno di pesci piranha. La notizia è stata riportata dal Daily Mail.

Kim Jong-un giustizia uno dei suoi generali con i piranha, sventato un colpo di stato in Corea?

Probabilmente si tratta di una notizia diffusa a mero scopo propagandistico, o forse no. Fatto sta che la notizia che arriva dalla Corea del Sud ha in sé degli elementi più inquietanti. Da Pyongyang arrivano notizie di un presunto colpo di Stato che uno dei generali di Kim Jong-un avrebbe tentato, fallendo miseramente e pagando con la sua stessa vita. Scoperto il piano, infatti, il dittatore coreano non avrebbe esitato a farlo uccidere gettandolo in un grande acquario pieno di pesci piranha. L’acquario incriminato si troverebbe nella residenza di Ryongsong, uno dei palazzi presidenziali, e qui Kim Jong-un avrebbe voluto la realizzazione di questo acquario per sperimentare nuovi metodi di esecuzione capitale. Secondo le fonti che hanno riportato la notizia, non sappiamo se il generale sarebbe morto perché divorato dai pesci o perché annegato.

Kim Jong-un giustizia uno dei suoi generali con i piranha, tutti i metodi di soppressione degli oppositori

Pare che l’acquario di Kim Jong-un sia abitato da centinaia di piranha di specie diverse, importate dal Brasile. Al generale del dittatore coreane sarebbero state inferte ferite al busto e alle braccia– con un’arma da taglio– prima di essere gettato nella grande vasca. E l’idea sarebbe derivata proprio da quanto messo in scena in una delle pellicole cinematografiche dedicate al personaggio di James Bond. Nel tempo, Kim Jong-un ha trovato diversi metodi di soppressione, tutti agghiaccianti: uccisione tramite palle di cannone, uccisione per sbranamento per mezzo di tigri, uccisione di prigionieri arsi vivi con l’utilizzo del lanciafiamme, oltre alle “classiche” impiccagioni e decapitazioni. Questa forma di repressione messa in atto in Corea del Sud non ha risparmiato nemmeno alcuni membri della stessa famiglia del dittatore.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram