Pennichella sul treno interrotta dal controllore? Mai più, grazie all’idea geniale di un noto ristoratore

“Che cos’è il genio? È fantasia, intuizione, decisione e velocità d’esecuzione”: recita così una abusata citazione del film ‘Amici Miei’.

Una citazione doverosa in questo caso, parlando dell’idea avuta dal noto ristoratore romano Alessandro Pipero affinché non si debba essere svegliati dal controllore nel caso ci si addormenti durante un viaggio in treno e non si abbia ancora mostrato il titolo di viaggio: perché non scrivere il numero del biglietto sulla fronte, di modo tale che il controllore lo possa leggere senza svegliarci?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Così il controllore non mi sveglia.

Un post condiviso da Alessandro Pipero (@piperoalessandro) in data:

L’idea è stata proposta dal ristoratore con ironia sui social, ma potrebbe realmente essere davvero un’idea per poter evitare di essere svegliati dal controllare. (Magari, anziché scriverlo col pennarello sulla fronte – giacché non tutti siamo necessariamente dotati di fronti ampie – potremmo dotarci di bigliettini o berretti su cui scrivere il numero identificativo).