Potenza, il leghista Mario Guarente è il nuovo sindaco: sul web si ricordano i suoi insulti a Matteo Salvini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:22

Il leghista Mario Guarente ha vinto il ballottaggio elettorale e si è imposto come primo cittadino di Potenza. Ma il web non dimentica: sotto accusa i post conto la Lega e Salvini scritti dal neo sindaco

Il ballottaggio elettorale a Potenza ha sancito la vittoria del leghista Mario Guarente (44,7%), che ha sconfitto il concorrente Valerio Tremutoli (liste civiche). Colui che oggi è il primo leader leghista eletto al sud come sindaco di un capoluogo di Regione, però,  non è sempre stato dalla parte della Lega e di Matteo Salvini. Si dice molto spesso che tutto ciò che viene postato sui social costituisca memoria e nemmeno il caso di Mario Guarente fa eccezione: su Facebook sono stati ripubblicati alcuni post in cui il neo sindaco di Potenza, qualche hanno fa, etichettava i leghisti con epiteti, per così dire, poco eleganti.

Mario Guarente e gli insulti alla Lega, i precedenti social del nuovo sindaco di Potenza

Mario Guarente, candidato della Lega come sindaco di Potenza, festeggia i suoi dieci anni dall’ingresso in politica (era appunto il 2009) con la vittoria ai ballottaggi elettorali che lo hanno indicato come nuovo sindaco del capoluogo della Basilicata. 35 anni e un lavoro nell’ambito della consulenza assicurativa, Mario Guarente è nato a Potenza e dieci anni fa ha esordito candidandosi con “Federazione di Centro” (centrodestra). Dopo aver ricoperto diversi ruoli e fondato anche il Movimento generazionale lucano, Mario Guarente ha sposato due anni fa la causa della Lega di Matteo Salvini. “Un percorso che all’epoca poteva sembrare da folli: aderire al progetto di Matteo Salviniha scritto lo stesso Guarentee contribuire alla trasformazione della Lega in un partito nazionale. L’ho fatto mantenendo e rafforzando la mia identità di amministratore e di potentino, consapevole che solo un contenitore politico nuovo poteva riportare il centrodestra al governo nazionale e locale”. Ma il web non dimentica e proprio in queste ore ha tirato fuori, dal suo passato, dei post scomodi in cui Guarente ha definito “cogl****” i membri di quello che adesso è il suo partito.

Mario Guarente e gli insulti alla Lega, i post pubblicati su Facebook qualche anno fa

È un post pubblicato dalla pagina Facebook “Abolizione del suffragio universale,” ripreso anche da TPI, a ricordare cosa accadeva nel 2012 e nel 2013, quindi ben 6 e 7 anni fa. “Guardo al tg ‘ultimo raduno della Lega Nord e penso: non ha mai visto tanti cogl**** tutti insieme!!!”, recita il post di Guarente del 2012, e poi ancora scrive (nel 2013): “Ma è una mia impressione o Salvini ha realmente una faccia da psicopatico? Ho quasi la sensazione che questo soggetto ci farà rimpiangere Bossi…”. C’è anche un commento: “Tu che sei da quelle parti quando li vedi, nel dubbio, pigliali a schiaffi” (quest’ultima esternazione probabilmente scritta in risposta a un altro commento, ndr). Posizioni diametralmente opposte rispetto a quelle ostentate da Guarente da quando è entrato nel raggio d’azione della Lega.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram