Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Cambiamento climatico, da Washington l’alt a un rapporto che smentisce Trump e parla di catastrofe

CONDIVIDI

Un documento che descriveva come potenzialmente catastrofici i cambiamenti climatici è stato fermato dalla Casa Bianca. Alcune pagine del rapporto stavano per essere eliminate

Un rapporto sui cambiamenti climatici, descritti in quelle pagine come “potenzialmente pericolosi”, è stato stoppato dai funzionari della casa Bianca che non hanno permesso di farlo arrivare in Congresso. Pare anzi che si sia anche tentato di far sparire alcune pagine dello stesso rapporto, colpevoli di dare nozioni scientifiche nettamente contrarie rispetto alle posizioni assunte da Donald Trump sull’argomento.

Memoria sul cambiamento climatico bloccata dalla Casa Bianca, The Washington Post rivela

Un’agenzia di Intelligence del Dipartimento di Stato statunitense aveva preparato una memoria scritta, che sarebbe dovuta essere letta in Congresso, sulla pericolosità del cambiamento climatico indotto dalle attività umane, specificando che- a causa di fenomeni come l’aumento del gas serra nell’atmosfera, l’aumento delle temperature e lo scioglimento dei ghiacciai– questi cambiamenti potranno portare a una “potenziale catastrofe. Questo documento scritto non è mai arrivato in Congresso perché i funzionari della Casa Bianca ne hanno fermato l’iter, pensando di epurarlo di tutte quelle parti che– seppur adducendo motivazioni scientificamente supportate- avversano la linea ufficiale tenuta dal Presidente Donald Trump. L’informazione è stata resa pubblica da The Washington Post, che ha avuto accesso al documento: si tratterebbe di una memoria di dodici pagine.

Memoria sul cambiamento climatico bloccata dalla Casa Bianca, modifiche rifiutate da uno degli autori

Alcuni membri dell’amministrazione hanno parlato, mantenendo il loro anonimato, con The Washington Post e hanno rivelato di come si fosse deciso di eliminare le pagine del documento che andavano contro la politica del Presidente. A fare questo sarebbero stati i membri dell’Ufficio degli Affari legislativi, l’Ufficio di amministrazione e bilancio della Casa Bianca e il Consiglio di sicurezza nazionale. L’alt pronunciato da Rod Schoonover (Ufficio Affari geografici globali), uno degli autori del documento, sull’epurazione di quanto elaborato ha fatto sì che la nota non venisse presentata. La posizione del Presidente, del resto, è chiara e Trump non ha mancato di ribadirla anche nel corso della sua recente visita in Inghilterra: gli Stati Uniti d’America non faranno di più per evitare gli effetti dei cambiamenti climatici, asserendo che gli Usa hanno “uno dei climi più puliti al mondo” e che ci sono altri Stati che devono lavorare in tal senso.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here