Imma Battaglia, la moglie di Eva Grimaldi si confessa in radio: “Al Governo ci sono degli ipocriti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:21

Intervenuta ai microfoni di “L’Italia s’è desta”, il programma radiofonico di Radio Cusano Campus, Imma Battaglia si è confessata e ha parlato del suo matrimonio e dei diritti LGBT in Italia

Imma Battaglia, la moglie di Eva Grimaldi, ha parlato in radio della sua vita e dei diritti della comunità LGBT per cui la donna si batte. Il programma condotto da Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniele Moretti su Radio Cusano Campus, cioè “L’Italia s’è desta”, ha mandato in onda l’intervento in cui Imma Battaglia ha parlato di cosa sta succedendo in Italia e del perché c’è ancora bisogno di scendere in piazza con i Pride per chiedere gli stessi diritti per tutti, indipendentemente dalle preferenze sessuali di ognuno.

Imma Battaglia sui diritti LGBT in Italia, la necessità di continuare a lottare per avere diritti uguali per tutti  senza discriminazioni di sorta

In Italia c’è ancora la necessità di scendere in piazza per lottare a favore dei diritti delle persone omosessuali. Fino a quando ci sarà un Governo che riconosce un solo modello di famiglia, questo andrà fatto. Di questa è fermamente convinta Imma Battaglia, fresca sposa di Eva Grimaldi e attivista per i diritti LGBT. Ai microfoni di Radio Cusano Campus, la Battaglia ha detto chiaramente come la pensa sulle posizioni ufficiali del Governo italiano. “Io non sono vittimista. Esiste un fatto. Quando i governatori continuano a voler puntualizzare che esiste un unico modello di famiglia, c’è sempre bisogno di ricordare che la famiglia è il luogo dell’amore e dell’accoglienza. Quando loro smetteranno di dire certe cose, noi smetteremo di ribadire che siamo tutti uguali. Quest’anno ci sono stati 40 pride, l’Italia è stata invasa, evidentemente c’è ancora un bisogno molto forte delle persone di sentirsi libere e rispettate. (…)”.

Imma Battaglia sui diritti LGBT in Italia, la condanna sugli insulti a Falcone e Borsellino

Al Governo ci sono personaggi “omosessuali ipocriti”, ha sottolineato ancora Imma Battaglia. “… Ma soprattutto i personaggi pubblici devono rendersi conto che sono dei simboli e quello che fanno viene emulato o considerato un’ufficializzazione degli stati d’animo”, e ancora “Salvini bacia il rosario, ma il suo vissuto personale è in totale contraddizione con quei valori. Salvini ha partecipato al congresso di Verona, portatore di istanze omofobe e Salvini non si è dissociato, anzi tutt’altro”, ha spiegato la donna. Non è mancato un suo commento sugli insulti a Giovanni Falcone  e a Paolo Borsellino, durante la messa in onda del programma di Rai2Realiti”: la Battaglia ha condannato lo spazio dato a questi modelli negativi e culturalmente sbagliati.

Imma Battaglia sui diritti LGBT in Italia, il matrimonio con Eva Grimaldi

È passato poco meno di un mese dal matrimonio tra Eva Grimaldi e Imma Battaglia, convolate a nozze lo scorso 19 Maggio 2019 dopo 8 anni e mezzo circa di amore. La Grimaldi ha indossato, per l’occasione, un romantico abito rosa, mentre Imma Battaglia si è presentata alla cerimonia indossando un elegante pantalone blu, con giacca abbinata, camicia bianca e cravatta. Imma Battagli ha parlato in radio anche di questo momento cruciale della sua vita: “E’ avvenuto nella stessa giornata di Meghan e Harry, ma è stato assolutamente casuale. Sia io che Eva siamo rimaste piacevolmente soprese dell’effetto onda che ha avuto. Ci abbiamo pensato tanto se tenere la cosa in un ambito privato o renderla pubblica. Siccome alla fine sono sempre gesti importanti in un Paese in cui a volte hai la sensazione di tornare indietro, la visibilità di una storia d’amore consolidata e funzionante è un modello positivo. Siamo felici di avere avuto tutta questa partecipazione. Il video del matrimonio ha avuto 3 milioni e mezzo di visualizzazioni. L’altro giorno ci hanno fermato per strada degli americani che avevano visto il video”.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram