Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Il mostro di Worcester viene rilasciato nonostante la condanna a vita: uccise e impalò 3 bambini

CONDIVIDI

uccise ed impalò 3 bambiniDavid McGreavy, conosciuto con il nome di “Mostro di Worcester”, verrà rilasciato sulla parola nonostante una condanna a vita. L’uomo si rese colpevole dell’efferato omicidio di tre bambini e dopo averli uccisi li impalò nella staccionata di casa.

Sono passati 46 anni, ma l’atroce assassinio dei piccoli Raul Ralph, Down e Samantha rimane ancora impresso nella mente dei cittadini di Worcester. Era il 1973, Elsie Urry (giovane mamma) chiese a David McGreavy la cortesia di badare ai suoi tre bambini. L’uomo accettò l’incarico senza pensarci due volte, ma quando la donna tornò a casa si trovò dinnanzi ad una scena raccapricciante: i suoi tre bambini Ralph (4 anni), Down (2 anni) e Samantha (9 mesi) erano morti ed impalati sulla staccionata di casa.

Non ci volle molto per capire che il colpevole di quell’efferato pluriomicidio fu McGreavy. In sede di interrogatorio, l’uomo ammise le sue colpe spiegando che aveva colpito a morte la piccola Samantha a mani nude, quindi aveva strangolato il bimbo ed  infine aveva tagliato la gola di Down con un coltello da cucina. Quando gli venne chiesto il perché di quel folle gesto, David rispose che uno dei bambini non voleva smettere di piangere. Al termine del processo McGreavy, ribattezzato il “Mostro di Worcester”, venne condannato al carcere a vita.

Mostro di Worcester rilasciato sulla parola

In un’udienza dello scorso novembre sulla libertà vigilata, il giudice ha stabilito che David ad oggi non rappresenta alcun pericolo per bambini o adulti e che poteva, dunque, essere rilasciato sulla parola. L’uomo oggi ha 67 anni ed è libero di vivere ciò che resta della sua vita fuori dal carcere, a meno che non commetta delle violazioni. La notizia non è stata presa bene dalla madre dei bambini che, intervistata dalla ‘BBC‘ ha dichiarato: “Non è giusto che sia un uomo libero. Avevano detto che sarebbe rimasto in carcere a vita (condannato all’ergastolo con possibile udienza di rilascio dopo un minimo di 20 anni), ma non ha fatti nemmeno 60”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram