Episodio di violenza nel casertano: un uomo è stato legato a un albero e torturato per ore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:55

Grave episodio di violenza a Villa Literno, nel casertano. Un uomo è stato vittima di una prolungata e vergognosa violenza da parte di tre uomini. Alla base di questa reazione scioccante ci sarebbe la creazione di un falso profilo Instagram.

Episodio di violenza nel casertano, nella zona di Villa Literno. Un uomo è stato imbavagliato con lo scotch, legato a un albero e preso a calci e pugni da tre individui. La vittima dell’aggressione è un uomo di 31 anni originario di Casapesenna: l’uomo è stato avvicinato da tre individui e da essi portato in campagna con una pistola puntata addosso. In campagna l’uomo è stato legato a un albero e torturato a sangue per molte ore.

Falso profilo Instagram, sarebbe questa la banale motivazione del pestaggio

Alla base dell’aggressione ci sarebbe una motivazione banalissima legata a un falso profilo Instagram creato dal 31enne: l’uomo avrebbe creato un falso profilo con un’immagine di uno dei tre aggressori con una parrucca sul capo.

L’uomo ha cercato in tutti i modi di spiegare agli aggressori di essere totalmente estraneo alla vicenda e di non essere l’autore della foto taroccata, ma senza successo. La violenza sarebbe, quindi, avvenuta per un banale equivoco.

Dopo essersi liberato dagli aggressori, la vittima è stata soccorsa e portata immediatamente da alcune persone all’ospedale di Aversa. I tre uomini sono stati denunciati. La vittima ha ecchimosi curabili in circa tre settimane.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News

Segui NewNotizie.it su Instagram