Non andò a lavorare in teatro per incontrare Vladimir Putin, Ornella Muti condannata dalla Cassazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:06

Nel 2010 Ornella Muti cancellò uno spettacolo teatrale, fingendo si essere malata, per recarsi a un gran gala di beneficienza in Russia. La Corte di Cassazione l’ha condannata

Una condanna pari a sei mesi di reclusione e 500 euro di multa quella comminata dalla Corte di Cassazione nei confronti dell’attrice Ornella Muti, colpevole di aver cancellato uno spettacolo teatrale previsto a Pordenone, nel 2010, per potersi recare in Russia e presenziare a una cena con Vladimir Putin. La Muti, in quell’occasione, aveva finto di essere malata per dare forfait.

Ornella Muti condannata dalla Corte di Cassazione, lo spettacolo mancato e il gala di beneficenza del 2010

È costato caro, a Ornella Muti, l’annullamento di uno spettacolo teatrale per finta malattia. I fatti risalgono a quasi nove anni fa, e cioè al mese di Dicembre del 2010. In quell’occasione, l’attrice presse parte a un gran gala di beneficenza (era il 10 Dicembre), organizzato a San Pietroburgo. In particolare, la Muti presenziò a una cena a cui erano presenti- come commensali– anche il Presidente russo Vladimir Putin e l’attore Kevin Costner. Per far questo, però, Ornella Muti fu costretta ad annullare uno spettacolo teatrale in programma al Teatro Verdi di Pordenone in quello stesso periodo. L’attrice avrebbe dovuto mettere in scena “L’Ebreo” di Gianni Clementi e aveva ricevuto dal teatro un compenso di 24mila euro per la sua prestazione. Lo spettacolo non andò mai in scena perché la Muti si diede malata per poter volare in Russia. La vicenda è quindi sbarcata in tribunale e si è svolta in diverse fasi.

Ornella Muti condannata dalla Corte di Cassazione, per lei anche il pagamento di una provvisionale

Come racconta MSN, la Muti all’epoca dei fatti presentò un certificato medico in cui si parlava di laringo-tracheite acuta: patologia che, per la guarigione, prevedeva cinque giorni di riposo e divieto di utilizzare la voce. Le fotografie scattate a San Pietroburgo, però, hanno svelato tutto un altro retroscena. La vicenda è quindi sbarcata in tribunale e si è svolta per diversi gradi di giudizio. Il 24 Febbraio del 2015 il Tribunale di Pordenone aveva condannato in primo grado Ornella Muti: otto mesi di reclusione, 600 euro di multa e il pagamento di una provvisionale. Infine, è arrivata la condanna (sospesa con la condizionale) della Corte di Cassazione a 6 mesi di reclusione e al pagamento di 500 euro di multa, oltre che al pagamento di una somma provvisionale di 30mila euro da destinare al Teatro Verdi, riconosciuto come vittima in sede di dibattimento. In caso di mancato pagamento della provvisionale, l’attrice andrà in carcere o dovrà essere affidata ai servizi sociali. Tra circa un mese ci sarà il deposito della motivazione della sentenza.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram