Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Troppi schiamazzi giù al chiosco, impugna la pistola e uccide il titolare: 83enne in manette

CONDIVIDI

Un anziano di 83 anni non ha più sopportato il rumore proveniente dal chiosco sotto casa e così ha preso la sua pistola e ha sparato: morto il titolare

Non sopportava più i troppi schiamazzi che arrivavano dal chiosco che si trova sotto casa sua e così ha impugnato la pistola e ha sparato al titolare dell’esercizio commerciale, uccidendo lui e ferendo delle altre persone. È successo nel napoletano, a Palma Campania, e l’omicida è un uomo di 83 anni che i Carabinieri hanno arrestato.

83enne spara e uccide il titolare di un chiosco, l’uomo è morto in ospedale

Giuseppe Di Francesco, 67 anni, è morto la scorsa notte in ospedale dopo essere stato raggiunto da diversi colpi di pistola esplosi dall’arma imbracciata da un 83enne. L’uomo vive in un appartamento proprio dove sorge il chiosco di cui Giuseppe Di Francesco era titolare a Palma Campania, in provincia di Napoli. Infastidito dagli schiamazzi provenienti dal chiosco, l’83enne ha deciso di risolvere la questione con la violenza. Ha preso la sua pistola e ha sparato al titolare, ferendo anche altre persone in quel momento presenti all’interno del locale. I feriti sono stati soccorsi e trasportati in ospedale, così come Giuseppe di Francesco: in nottata, però, il 67enne è deceduto  per la gravità delle lesioni riportate. Intanto, i Carabinieri hanno provveduto a fermare e arrestare l’anziano omicida.

83enne spara e uccide il titolare di un chiosco, l’omicidio forse dopo una lite

Secondo quando riportato da La Stampa, l’omicidio si sarebbe consumato al culmine di un alterco avvenuto tra l’83enne e i titolari del chiosco. I colpi di pistola sparati sarebbero cinque: oltre a Giuseppe Di Francesco, sono stati colpiti la figlia e il genero, ricoverati negli ospedali di Sarno e di Nola. I Carabinieri della Stazione di Palma Campania, di concerto con la sezione operativa di Nola, hanno fermato l’anziano nella sua abitazione. L’arma utilizzata per compiere il delitto, regolarmente denunciata, sarebbe una semiautomatica “Guardian” calibro 9, che al momento del sequestro da parte dei militare aveva ancora un colpo in canna. All’83enne, possessore di altre armi, sono strati sequestrati anche munizioni, una rivoltella Colt, una Beretta semiautomatica e cinque fucili. L’uomo, quando è stato raggiunto dai Carabinieri, pare versasse in stato di shock. Adesso si trova nel carcere di Poggioreale.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram