L’arcivescovo argentino Héctor Aguer all’attacco: “Votare un partito che ha l’aborto nel suo programma è un peccato mortale”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:01

Duro attacco dell’arcivescovo argentino di La Plata, Héctor Aguer. Egli ha evidenziato come l’aborto sia un peccato e anche solo votare per un partito abortista sia da considerarsi un “crimine abominevole”.

Héctor Aguer, arcivescovo emerito argentino di La Plata, si è scagliato contro i partiti politici che sono favorevoli all’aborto nei loro programmi politici, evidenziando come essi commettano “peccato mortale”.

Nel corso di un’intervista rilasciata alla tv argentina ‘Canal 9’, l’arcivescovo ha motivato la sua posizione con queste parole: “Il tema dell’aborto è da tenere in debita considerazione. Optare quindi per un candidato abortista o per un partito che tra i suoi programmi prevede leggi contro la vita significa andare verso il peccato mortale. Chi lo fa sostanzialmente si comporta da complice”.

Per Héctor Aguer non è lecito per un credente votare per dei partiti politici favorevoli all’aborto: “Crimine abominevole”

L’arcivescovo Héctor Aguer ha proseguito: “Possiamo votare per questo o quel partito dichiaratosi favorevoli all’aborto ma prima bisogna esigere che ogni candidato si pronunci su questo argomento. Secondo me è peccato mortale votare chi sostiene l’aborto”.

Il tema dell’aborto torna in modo ciclico: già durante i pontificati di Papa Wojtyla e di Papa Ratzinger, l’argomento era stato al centro di varie polemiche.

Sotto il pontificato di Ratzinger, ad esempio, il prefetto della Congregazione della Fede, Levada, tirò fuori lo stesso argomento chiedendosi se sia peccato votare politici che ammettono leggi pro aborto.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News

Segui NewNotizie.it su Instagram