Maturità 2019,tracce all’insegna del 1900 tra Ungaretti e Fernbach, Dalla Chiesa e Bartali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:36

Ognuno di noi ha dovuto superare la cosiddetta “Notte prima degli esami“, l’evento che porterà i nostri giovani a superare una delle prove più importanti e fondamentali del loro percorso formativo, la prova di maturità.

Come ogni anno, i maturandi si dilettano a creare un vero e proprio Toto-tracce, in cui cercando di cogliere quale saranno gli argomenti che andranno ad affrontare in tal data.

Oggi, prima giornata di esame, dedicata appunto alla prova scritta di lingua italiana, sono stati proposti diversi nomi eccellenti riguardanti il secolo passato, tra questi possiamo trovare:

  1. Giuseppe Ungaretti con il suo capolavoro “Il Porto Sepolto” dedicato ad una leggenda della sua città natale, Alessandria d’Egitto.
  2. Leonardo Scascia e il suo “Il Giorno della Civetta”
  3. Corrado Stajano e la sua”Eredità del Novecento”
  4. Il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e la lotta alla Mafia. In questa traccia, i maturandi dovranno esplicare cosa ne pensano del problema della Mafia, da cosa scaturisce e le loro possibili soluzioni
  5. Fernbach col suo studio sull’illusione della conoscenza.
  6. Un articolo di Cristiano Gatti del 2013 sul grande campione di ciclismo Gino Bartali
  7. Tommaso Montanari e il suo irriverente “Istruzioni per l’uso del futuro. Il Patrimonio culturale e la democrazia che verrà”

Il Ministro dell’istruzione, Marco Bussetti, in un simpatico Tweet, ha voluto dare il suo personale in bocca al lupo

“Cari ragazzi, è arrivato il momento. Forza! Sono certo farete del vostro meglio! Buon lavoro a tutti e ricordatevi ‘La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l’opportunità”

Lorenzo Carbone