Chernobyl, donna trova un minuscolo alieno: internata come pazza, adesso si scopre la verità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:58

internata come pazza, adesso si scopre la veritàUna donna ha trovato un minuscolo “alieno” in una foresta nei pressi di Chernobyl. Ritenuta pazza viene internata, ma tempo dopo si è scoperta la verità.

La storia di Tamara Prosvirina, donna che abitava nel piccolo villaggio di Kaolinovi (nei pressi della “città 40”, luogo di residenza delle famiglie degli operai della centrale nucleare di Chernobyl), è incredibile. La donna, verso la fine degli anni ’80, ha raccontato a tutti i suoi conoscenti di aver trovato nella foresta uno strano essere di piccole dimensioni. La descrizione di tale essere – testa ovale di colore marrone, corpo minuscolo di colore grigio e privo di genitali – ha fatto pensare che stesse parlando di un alieno ed i vicini di casa hanno creduto che Tamara fosse impazzita.

Poco dopo la donna è stata internata in un istituto di igiene mentale, ma proprio mentre riceveva le cure alcuni scienziati hanno trovato il corpo del misterioso piccolo alieno. L’essere era morto improvvisamente per cause non conosciute e, prima che potessero essere accertate, il suo corpo era scomparso misteriosamente. Dopo la dimissione dal centro psichiatrico la donna è stata vittima di un’incidente stradale nel 1999: un’auto l’ha investita in pieno prima che potesse incontrarsi con i ricercatori che avevano trovato il misterioso corpo.

Chernobyl: la verità sul minuscolo alieno

Questa storia è stata raccontata dalla nuora di Tamara. La donna, intervistata dal ‘Daily Star‘, ha raccontato di aver visto con i proprio occhi l’essere di cui parlava la suocera: “Si trovava sulla testata del letto ed emetteva dei suoni divertenti. Ho visto bene la sua bocca che aveva la forma di una piccola pipa. La sua piccola lingua era di colore scarlatto e sono riuscita a vedere anche due denti. Aveva le sembianze di un bambino piccolo”. La donna ha spiegato anche che le dita di mani e piedi erano incredibilmente lunghe, che non aveva iridi negli occhi e che non presentava genitali. Ancora oggi nessuno ha una spiegazione sull’identità di quell’essere, ma le immagini giunte dalla Russia alimentano il sospetto che poteva trattarsi davvero di un piccolo alieno.

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram