Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Esplosione a Rocca di Papa, è morto il sindaco Emanuele Crestini: ha salvato i suoi dipendenti

CONDIVIDI

Emanuele Crestini, il sindaco di Rocca di Papa rimasto coinvolto nell’esplosione che lo scorso 10 Giugno ha interessato il Palazzo comunale, purtroppo non ce l’ha fatta. Il sindaco è morto da eroe

È arrivata ieri, in serata, la tristissima notizia della morte di Emanuele Crestini, il sindaco di Rocca di Papa. Il centro in provincia di Roma era stato interessato, lo scorso 10 Giugno, da un’esplosione che ha coinvolto il Palazzo comunale e anche un vicino asilo, provocando anche 16 feriti (tra cui 4 bambini). All’interno dell’edificio, in quel momento, c’erano i dipendenti e anche il Primo cittadino. Per aiutare i suoi collaboratori a fuggire, Emanuele Crestini è rimasto per troppo tempo all’interno, respirando tutti i fumi che hanno compromesso il funzionamento dei suoi polmoni. Il sindaco avrebbe compiuto 47 anni il prossimo 24 Giugno.

Morto il Sindaco di Rocca di Papa, la sua vita data per aiutare i dipendenti a salvarsi dall’esplosione

Se n’è andato da eroe Emanuele Crestini, il sindaco di Rocca di Papa che ha sacrificato la sua vita per aiutare i suoi dipendenti. La mattina del 10 Giugno un’esplosione ha distrutto il Palazzo comunale di Rocca di Papa. Il sindaco, con ustioni al volto e alle braccia (circa il 36% del suo corpo è rimasto ustionato), non ha lasciato il Comune in fiamme per aiutare fino all’ultimo gli impiegati che erano rimasti imprigionati negli uffici. Uscito anche l’ultimo di loro, Emanuele Crestini è infine venuto fuori: ma per lui era già troppo tardi. Il primo cittadino ha respirato troppo fumo e questo ha compromesso le sue vie respiratorie. Dopo dieci giorni di ricovero nel reparto di Terapia Intensiva dell’Ospedale Sant’Eugenio, Emanuele Cristini ha smesso di lottare ed è morto. La notizia è arrivata ieri, in tarda serata.

Morto il sindaco di Rocca di Papa, martedì era morto anche Vincenzo Eleuteri

Insieme all’eroico sindaco, si è spento anche Vincenzo Eleuteri (68 anni). L’uomo, delegato ai Servizi cimiteriali del Comune, era rimasto all’interno dell’edificio per aiutare i suoi colleghi, proprio come il sindaco. Emanuele Crestini lo ha poi messo in salvo, ma anche Eleuteri è morto: è successo martedì scorso all’Ospedale Sant’Eugenio. L’esplosione che ha distrutto l’edificio e cagionato queste gravi perdite in termine di vite umane è stata causata da una fuga di gas, determinata dalla rottura– avvenuta per errore– di una tubatura dell’Italgas da parte di tre operai della ditta Tecnogeo (fonte Il Corriere).  Emanuele Crestini avrebbe potuto salvarsi se fosse uscito prima dal palazzo in fiamme, evitando di respirare le particelle solide del fumo nero sprigionate dalle fiamme dell’incendio. Il suo senso del dovere glielo ha impedito, così come lo ha impedito a Vincenzo Eleuteri.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram