incidente parapendioUn uomo è morto dopo essersi lanciato con il parapendio: avrebbe perso il controllo della vela forse in seguito ad un passaggio radente

Voleva trascorrere una giornata adrenalinica lanciandosi con il parapendio e per questo aveva raggiunto Lecco, partendo in mattinata da Milano. L’epilogo però è stato drammatico: un 31enne si è schiantato al suolo dopo aver perso il controllo della vela, precipitando da circa 30 metri di altezza e andando ad impattare contro le rocce. La vittima, originaria di Arezzo, viveva a Milano e secondo le prime ipotesi sarebbe morto sul colpo, pur indossando caschetto e altre protezioni che non hanno potuto attutire la caduta; il decollo era avvenuto nel pomeriggio dal Giumello.

Le prime ipotesi sull’incidente con il parapendio

Sul posto sono intervenuti i soccorritori, allertati da altri sportivi appassionati di parapendio che hanno notato il 31enne schiantarsi a tgerra, in zona Alpe Chiaro, sul monte Muggio, a poca distanza dall’Alpe Giumello. I sanitari si sono calati nella zona dell’incidente raggiungendo l’uomo e hanno provato a rianimarlo ma non hanno poi potuto far altro che constatarne il decesso sul posto. Sulla vicenda stanno indagando i Carabinieri: secondo le prime ipotesi l’incidente potrebbe essere avvenuto come conseguenza di un passaggio troppo vicino alla parete della montagna che avrebbe tradito l’uomo.

Leggi NewNotizie.it, anche
su Google News

Segui NewNotizie.it
su Instagram